Caso Donazzan, il commento di Zaia: «L'assessore quanto meno si deve scusare»

Interpellato sulla faccenda di "Faccetta nera" cantata in diretta alla trasmissione "La Zanzara" e sulle successive richieste di dimissioni dell'assessore, il presidente della Regione Veneto ha commentato il fatto

Dimissioni dell'assessore all'istruzione? «Prendo atto di queste richieste, ne ho tutti i giorni». Una risposta, quella di Luca Zaia, che in qualche maniera chiude le porte alla richiesta dell'opposizione del ritiro delle deleghe a Elena Donazzan. Dai banchi del consiglio regionale e da una parte del mondo politico e civile si erano levati gli strali contro l'esponente di Fdi dopo che alla trasmissione "La Zanzara", incalzata dai conduttori, ha intonato l'inno fascista "Faccetta Nera". 

«Non l'ho sentita, ho letto solo qualche agenzia. so che che ha partecipato a una trasmissione che fa satira cantando una canzone che riprende un periodo buio della nostra storia - ha commentato Zaia -  dico che l'assessore si deve scusare quanto meno, penso che da parte sua siano doverose le scuse»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pestano a sangue due guardie zoofile: «È stata una spedizione punitiva»

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Buoni fruttiferi riscossi parzialmente, un timbro errato le costa 79mila euro

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento