Attualità Valli del Pasubio

Media montagna, tra problemi antichi e nuove opportunità

Una kermesse nata per commemorare uno dei più noti mercati della Valleogra diventa un laboratorio per ragionare attorno alle sfide di territori che per lo scienziato Luca Mercalli diverranno sempre più attrattivi in relazione del degrado climatico che devasterà le pianure, a partire da quella Padana, a causa del riscaldamento globale indotto dalle attività umane

Con una soluzione «ardita» il Comune di Valli del Pasubio accende i riflettori sulla commemorazione dei quattrocento anni della nascita del mercato domenicale, ma «non si limita solo al ricordo e alle cerimonie». L'occasione è stata colta dalla giunta capitanata dal sindaco Carlo Bettanin e dal vice Federico Pozzer per dare vita ad un contenitore, una settimana di eventi «a trecentosessanta gradi» tra mercati, incontri e approfondimenti pensati per ragionare attorno ai problemi della media montagna assieme alle opportunità che questi territori possono offrire in prospettiva degli inesorabili cambiamenti climatici che a causa dell'aumento delle temperature renderanno la vita nei centri di pianura «assai peggiore di quanto non sia già ora». Ed è in questo contesto che la kermesse, iniziata ufficialmente ieri 21 settembre primo giorno d'autunno al teatro San Sebastiano di Valli, che il primo cittadino ha messo nero su bianco una idea coltivata da tempo.

«I centri di altura debbono far valere il loro peso anche grazie alla esperienza delle comunità montane che hanno un peso demografico per nulla trascurabile». Per Bettanin non si tratta solo di soggetti amministrativi ma di ambiti in cui i cittadini legati da vincoli di comunità fanno sentire la propria voce alle amministrazioni centrali, «regionali o statali che siano». Queste ultime infatti per anni hanno in buona parte messo in secondo piano la montagna non turistica, anche in ragione delle priorità accordate dalla politica agli ambiti produttivi: che però in molti casi hanno avuto un atteggiamento «predatorio» neri confronti dei territori e dell'ambiente, basti pensare all'utilizzo del bene acqua. E così per affrontare queste sfide «in maniera innovativa non slegata dai problemi locali e globali» l'amministrazione ha pensato ad una kermesse durante la quale fosse possibile sentire il parere degli esperti.

Ieri in teleconferenza è toccato al professore Luca Mercalli. Il climatologo piemontese durante un intervento di oltre un'ora, integralmente registrato dai microfoni di Vicenzatoday.it, ha fatto presente come sia ormai inevitabile che molte persone nel breve termine sceglieranno di insediarsi o di re-insediarsi nelle località di media montagna, quelle che più si erano spopolate durante il boom industriale perché lontane dai centri produttivi e perché troppo distante dalle località turistiche più gettonate. Mercalli peraltro, oltre a raccontare la sua personale esperienza, ossia quella di andare ad abitare in Val di Susa, ha spiegato che la sua prospettiva non ha alcuna pretesa di fornire una soluzione valida per tutti. Non solo perché rispetto al riscaldamento globale indotto dall'attività dell'uomo, a partire dall'utilizzo delle energie fossili, il degrado climatico ha già superato una soglia massimamente critica. Ma anche perché chi propone soluzioni uniche, valide per tutti, o non sa bene di che cosa parla o è «un ipocrita». A margine della serata, alle telecamere di Vicenzatoday.it il sindaco Bettanin ha raccontato come la storia dei quattrocento anni del mercato di Valli sia stata il filo conduttore narrativo per la kermesse cominciata poche ore fa. Il vice-sindaco Pozzer dal canto suo ha spiegato come sia importante, nell'ottica del contrasto al degrado ecologico galoppante, puntare senza tentennamenti sul riutilizzo dell'edificato, bandendo nuove lottizzazioni. Una posizione netta che stride con la politica assunta negli anni «dalla Regione Veneto» che si è spesa poco o nulla per contrastare il consumo di suolo, spesso incentivandolo, come più volte denunciato dal fronte ecologista. Si tratta di temi che nel 2020 erano stati affrontati dal geografo Mauro Varotto durante una iniziativa a Recoaro.

ASCOLTA L'INTERVISTA AL SINDACO BETTANIN
ASCOLTA L'INTERVISTA AL VICESINDACO POZZER
ASCOLTA LA PRECISAZIONE DI MERCALLI
ASCOLTA L'INTERO INTERVENTO DI MERCALLI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Media montagna, tra problemi antichi e nuove opportunità

VicenzaToday è in caricamento