rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Attualità

Crisanti prende casa nel vicentino e compra una villa del '600

Il famoso virologo ha scelto di acquistare la storica Villa Priuli in Val Liona, un angolo incontaminato dei Colli Berici, in vendita per 2 milioni di euro

Elegante villa d'epoca in vendita a Vicenza. Al professor Andrea Crisanti è piaciuta, non si è lasciato spaventare dalla cifra, 2.000.000 €, per 2430 mq di superfice interna, 12.500 mq di verde, 8 camere da letto, 7 bagni, 4 saloni, mobilia e finiture di pregio. 

Così Crisanti, che si è affezionato al Veneto, ha comprato con la moglie una dimora del ‘600,  Villa Priuli Custoza, che necessita però di essere restaurata, per questo pare ha ottenuto uno sconto dalla proprietà.

La storica Villa Custoza Lazzarini detta Ca' Priuli è opera di un architetto che si è ispirato a Vincenzo Scamozzi. Fu edificata nella seconda metà del 500', contemporaneamente al Teatro Olimpico di Andrea Palladio, elegante e severa; al suo interno sono apparsi, nel corso dei restauri, diffusi affreschi e fregi sotto le travi. 

Una struttura incantevole circondata da 1,2 ettari di giardini, nella frazione di Villa del Ferro in Val Liona sui Colli Berici, luogo di dimore estive delle nobili famiglie della Repubblica di Venezia. La casa è rimasta intatta nel tempo, non ha subito interventi, ha una bel salone centrale con vista sul giardino, la calma atmosfera delle abitazioni antiche.

Così recitava l'annuncio dell'agenzia:

"Questa maestosa villa in vendita a Vicenza, edificata tra la fine del '500 e l’inizio del '600, ha un fascino davvero senza tempo.
Il portico anteriore è sormontato da un timpano e la facciata, esposta al sole, presenta un frontone triangolare con camini a cuspide piramidale. Elegante e severa, la villa è impreziosita da un incantevole giardino.
Numerosi interventi di restauro hanno regalato nuovo splendore a questo eccezionale immobile, facendo emergere antichi affreschi che tutt'oggi la decorano.
Le numerose stanze di questa villa a Vicenza appaiono di un'eleganza unica, arredate con mobilia di grandissimo valore, hanno un incredibile fascino: travi in legno, pareti interamente decorate, caminetti originali d'epoca, pregiati pavimenti, lussuosi lampadari e preziosi quadri sono motivo ricorrente degli interni.
La villa padronale è completata da una chiesetta privata e da una grande barchessa, struttura tipica delle ville venete, un edificio rurale di servizio che in passato divideva il corpo della villa ad uso dei proprietari dallo spazio riservato ai contadini e al personale di servizio. Con la sua struttura allungata e interamente porticata, la barchessa aggiunge un ampio spazio funzionale all'intero complesso.
Questa elegante proprietà di lusso è una vera rarità architettonica del Veneto, perfetta come abitazione e come struttura ricettiva di altissimo livello."

Crisanti ha dichiarato che: "la casa è stata pagata meno di quanto chiesto inizialmente, che i suoi interventi in TV sono a titolo gratuito, di non volerla tenere solo per sè, che il suo progetto è di aprire i cancelli anche alle scolaresche e realizzare un centro multimediale per dotare la comunità di uno spazio per le manifestazioni culturali".

Andrea Crisanti 67 anni, romano, si è laureato all'Università La Sapienza di Roma in medicina e chirurgia, ha ricoperto il ruolo di borsista post-dottorato presso il Centro per la biologia molecolare dell'Università Ruprecht Karl di Heidelberg. Dal 1994 è docente di parassitologia molecolare presso l'Imperial College di Londra, diventando professore ordinario nel 2000, è altresì professore ordinario di microbiologia all'Università degli Studi di Padova, direttore del centro di genomica funzionale dell'Università degli Studi di Perugia e presidente del gruppo scientifico del programma Marie Curie dell'Unione Europea. 

“In Veneto ci sono attualmente in vendita circa cinquecento tra  palazzi e ville, molte della quali si trovano in condizioni di abbandono, degrado ed incuria. Pertanto  l’iniziativa dei professor Crisanti è un esempio positivo”.

Nella vicenda dell’acquisto di Villa Custoza Priuli Lazzarini nel  territorio del Comune di Val Liona (Vicenza) interviene il professor Ivan Drogo Inglese, presidente di Assocastelli (associazione di gestori e proprietari di immobili d’epoca e storici) e degli Stati Generali del Patrimonio Italiano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisanti prende casa nel vicentino e compra una villa del '600

VicenzaToday è in caricamento