Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Variante indiana a Bassano, l'Ulss 7: "Casi in isolamento preventivo fin dal momento del rientro"

I pazienti sono in isolamento domiciliare in buone condizioni di salute. Il direttore generale: «Hanno seguito in modo molto scrupoloso le regole»

Foto di archivio Ansa

In relazione ai due casi di variante indiana riscontrati nel Distretto Alto Vicentino e resi noti lunedì in conferenza stampa da Luca Zaia, l’Ulss 7 Pedemontana precisa che i pazienti sono in quarantena a casa, insieme al resto del nucleo familiare, e presentano una sintomatologia lieve.

Appena rientrati in Italia dall’India, avevano correttamente segnalato all’Azienda socio-sanitaria il loro viaggio e si erano posti in isolamento domiciliare preventivo, come previsto dalle direttive in vigore. L’Ulss 7 Pedemontana aveva quindi programmato per loro un tampone che ha dato esito positivo: il campione è stato quindi sequenziato, come avviene di prassi per tutti i soggetti positivi di rientro dall’estero, al fine di monitorare l’ingresso e la diffusione delle varianti del virus.

Naturalmente i pazienti resteranno in isolamento finché il tampone negativo non sancirà la fine della loro contagiosità.

«Va riconosciuto ai pazienti di avere seguito in modo molto scrupoloso le regole - sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza - e questo sicuramente ha consentito di ridurre la possibilità di un’ulteriore diffusione del virus in questa variante, ancora piuttosto rara in Italia. Questa è la dimostrazione che il sistema sanitario funziona, ma anche che per farlo funzionare serve che ci sia senso di responsabilità da parte di tutti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante indiana a Bassano, l'Ulss 7: "Casi in isolamento preventivo fin dal momento del rientro"

VicenzaToday è in caricamento