menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Zaia: «Virus meno virulento in Veneto ma il pericolo viene da fuori»

Il governatore del Veneto ha fatto il punto della situazione sull'andamento dell'epidemia in regione: «Situazione sotto controllo, virus più forte in Serbia»

«Da  una parte il virus è meno virulento in Veneto, dall'altra abbiamo focolai domestici sotto controllo che non ci preoccupano ma ci preoccupano un po' di più ceppi di virus portati da fuori, vedendo anche l'abassamento dell'età media». Sono le parole di Luca Zaia che nella tarda mattinata di lunedì ha esposto la situazione dell'epidemia causata dal Coronavirus in Veneto.

«La situazione in Veneto è sotto controllo, ma non è che si può fare festa. Il virus sarà anche meno virulento, ma ci sono delle regole che bisogna continuare a rispettare. Abbiamo sequenziato il virus "non di casa" vedendo che è più aggressivo e che ha delle "mutazioni"». Il Presidente della Regione Veneto, in diretta da Marghera  ha comunque rassicurato i veneti: «La situazione qui è comunque sotto controllo, però ho fatto sequenziare i campioni del virus dei contagiati in Serbia. È risultato che nei quattro tamponi la carica virale era molto alta e i quattro tamponi sono dello stesso ceppo e appartenente al cluster Serbo, ben diverso da quello registrato in Veneto. È quindi una mutazione non nota in Italia per mancanza dei dati clinici dei malati serbi. Questo va a suffragare il fatto che il virus non di casa nostra è un virus più aggressivo. Bisogna capire che basta beccarsi una mutazione e si è punto a capo»

ANALISI VIRUS SEQUENZIATO SERBIA

Infine, novità sui test rapidi: «C'è  un nuovo sistema, molto più rapido, per stabilire se una persona è o meno positiva. Il risultato arriva in pochi minuti. Su un migliaio di test fatti c'è stato un solo errore, dove ha segnalato un caso di positività che non c'era».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ci sarà una super luna rosa ad aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento