rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Attualità

Coronavirus, Zaia: «Ordinanza non restrittiva ma per più controlli sugli isolamenti»

Il punto del presidente della Regione sul focolaio di Pojana Maggiore. Il governatore: «In Veneto siamo covid-free»

Zaia getta acqua sul fuoco, anzi sul focolaio, dopo che nella giornata di venerdì aveva annunciato che, in seguito al focolaio scoppiato a Pojana Maggiore e partito da cinque veneti rientrati dalla Serbia, lunedì firmerà un'ordinanza con regole più restrittive, senza andare nel dettaglio.

Il presidente della Regione Veneto sabato ha indetto un'altra conferenza stampa aggiustando il tiro: «Il Veneto non ha ripreso l'onda di contagi, la storia del contagio è quella di un viaggio in Serbia e di cinque positivi che abbiamo poi avuto qui» e precisando: «La vicenda di cui abbiamo parlato ieri non c'entra nulla con i tamponi, sono quattro che viaggiavano in auto e tornavano dalla Serbia cioè da fuori, stiamo parlando di questo e non di un'ecatombe in Veneto dove siamo in una situazione Covid free».

In merito all'ordinanza di lunedì il governatore del Veneto Luca Zaia ha spiegato che «non sarà un provvedimento per limitare le libertà dei cittadini, ma per essere più efficaci nel limitare chi viene trovato positivo e deve restare in quarantena». La dottoressa Francesca Russo, anche lei presente durante il punto stampa, in merito ai contatti dei 5 positivi del nuovo focolatio veneto e quindi sottoposti come tali all'isolamento domiciliare, ha specificato che «i tamponi effettuati hanno dato tutti esito negativo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Zaia: «Ordinanza non restrittiva ma per più controlli sugli isolamenti»

VicenzaToday è in caricamento