Giovedì, 13 Maggio 2021
Attualità

Coronavirus, il punto di Luca Zaia: «Se sarà confermata la nostra proiezione andremo in arancione»

Il report sull'epidemia da Covid-19 in Veneto con i dati aggiornati a giovedì primo aprile

AGGIORNAMENTO ORE 17 

Scendono a 38040 gli attualmente positivi in Veneto, 578 in meno di questa mattina. Nelle ultime ore i contagi sono stati 553, mentre si sono verificati ben altri 20 decessi a causa del virus in poche ore. Negli ospedali Veneti sono ricoverate 1940 persone in area non critica, 4 in meno rispetto alle ore 8 e 301 (+4) in terapia intensiva. Sono questi i dati dell'ultimo bollettino della giornata di giovedì.

Report ore17

Il BOLLETTINO DELLE ORE 8

Il Veneto sul filo del rasoio per il passaggio in arancione con la nuova valutazione delle autorità sanitarie nazionali che avverrà nella giornata di venerdì. Il cambio di colore, se avvenisse, partirebbe da dopo Pasquetta, quindi martedì. A dare l'annuncio il presidente della Regione Luca Zaia durante l'appuntamento quotidiano in diretta Facebook. Il bollettino di oggi indica altri 1633 contagi che, rapportati a 42612 tamponi in 24 ore, hanno un'incidenza di positività del 3,83% sui test effettuati. Gli attualmente positivi sono invece 38618, metà dei quali non ha sintomi, mentre il 5% del totale è finito in ospedale. Nei nosocomi veneti ci sono attualmente 2242 persone, distribuiti in 1944 (+2) in area non critica e 298 (-1) in terapia intensiva. In rianimazione, tra pazienti Covid e non Covid ci sono in totale 575 persone. I decessi, nell'ultimo giorno, sono stati 28. 

Report ore8

IL PUNTO DI LUCA ZAIA

«Negli ospedali ci sono dei dati che ci permettono di dire che il contenimento c'è, anche se il peso non è da niente», ha commentato Zaia, aggiungendo: «Domani saremo oggetto di valutazione, se sarà confermata la nostra proiezione speriamo ci sia un passaggio di colore da martedì, ma stiamo parlando di decimali quindi abbiamo limiti di guardia, aspettiamo domani vediamo cosa accade». Le proiezioni segnano a oggi un Rt di 1,12 (la soglia per il rosso è 1,5), un'incidenza di 226,8 contagi ogni 100mila abitanti (soglia 250), una pressione ospedaliera del 29% in terapia intensiva (soglia 30%) e del 27% in area non critica (soglia 40%).

Il presidente della Regione è anche tornato sulla questione vaccini. Sono 37276 quelli inoculati alla popolazione fino a oggi. Sulle forniture, invece, dovrebbero arrivare 103mila dosi di AstaZeneca per il fine settimana e 38mila di Moderna. «Con la campagna vaccinale siamo andati in difficoltà ma strategicamente, per vedere presto la fine dell'incubo servirebbero 80mila dosi al giorno - ha concluso Zaia - la macchina vaccinale sta funzionando, ci vuole un po' di pazienza, questa mattina 18mila persone sono riuscite a prenotarsi sul nuovo portale ma quattro-cinque Ulss avevano esaurito i vaccini e hanno chiuso le prenotazioni. Inevitabile che il numero verde sia andato in tilt per le tante chiamate»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il punto di Luca Zaia: «Se sarà confermata la nostra proiezione andremo in arancione»

VicenzaToday è in caricamento