menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, il punto di Luca Zaia: «Rt più alto d'Italia, le feste ci preoccupano perché ci sono ancora troppi assembramenti»

L'appuntamento con il presidente della Regione e i dati del bollettino sull'emergenza Covid. Altro record di decessi, più di 100 delle ultime 24 ore

Il Veneto è la regione in Italia con l'Rt più alto - 1,11 - ma nonostante questo è in zona gialla. «Il merito è solo della squadra sanitaria in gamba che abbiamo», ha commentato Luca Zaia durante il punto stampa di sabato 5 dicembre, lanciando l'ennesimo appello in occasione delle feste natalizie: «L'appello è di evitare fortemente gli assembramenti ma purtroppo vediamo fiumi umani che si riversano sui centri cittadini», ha sottolineato il presidente della Regione, aggiungendo: «Dall'Rt cala ma da noi cala lentamente. Siamo fortemente preoccupati perché ci aspettiamo delle curve che cominciano a virare. Il Veneto è in zona gialla ma oggi la pressione si sente, se i cittadini ci danno una mano evitando assembramenti ne veniamo fuori velocemente oppure restiamo con un punto di domanda». 

I dati del bollettino delle ultime 24 ore forniti  da Zaia indicano che con un totale di 52.036 tamponi - 16386 dei quali molecolari e 35.677 rapidi - i nuovi contagiati Covid in Veneto sono risultati 3607. Nel rapporto tamponi-contagiati i positivi rappresentano il 6,93%. Gli attualmente positivi alla data di sabato sono 74958.

Sul fronte ricoveri, attualmente negli ospedali veneti ci sono 3059 (+15), dei quali 340 (+3) in terapia intensiva e 2719 in area non critica. I dimessi sono +92, mentre i decessi nelle ultime 24 ore sono 108.

«Siamo in una fase di parte alta delle curve e se da un lato tutte le curve hanno una timida tendenza a scendere, i cambiamenti sono repentini e non possiamo tranquillizzare nessuno. È un weekend che rischia di diventare un ponte lungo dello shopping. anche se lunedi i centri commerciali e i parchi commerciali sono chiusi perché è un prefestivo», ha aggiunto Zaia, concludendo: «Noi abbiamo fatto e stiamo facendo tutto il possibile, ora tocca alla responsabilità dei cittadini, non affollate i centri delle città, portate la mascherina e non fate assembramenti. E poi non andate in montagna, soprattutto adesso con il maltempo. State a casa, abbiamo un'allerta valanghe dappertutto»

Il bollettino delle ore 8 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Tutte le informazioni sul Superbonus 110% infissi e finestre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento