Coronavirus, il punto di Luca Zaia: «I nostri dati sono buoni, spero venga riconfermata la zona gialla»

Il bollettino e gli aggiornamenti sull'epidemia da Covid-19 in Veneto nella conferenza di mercoledì del presidente della Regione

 

Il bollettino

Il punto del presidente della Regione sull'epidemia da Covid-19 in Veneto con i dati aggiornati a mercoledì 18 novembre. Nelle ultime 24 ore, con più di 50mila tamponi (tra rapidi e molecolari) effettuati sono risultati positive altre 2972 persone che portano il totale di attualmente positivi in Veneto a 33807. Negli ospedali della regione sono invece ricoverate quasi 2500 persone. Di queste 2192 (+101) in area non critica e 291 (+11) in terapia intensiva. I decessi, sempre nelle ultime 24 ore, sono stati 52. 

Veneto passa in zona arancione? 

Come ogni settimana il Governo, in base a un algoritmo, venerd'ì annuncerà se ci sarà una rivalutazione delle zone. Il Veneto, che attualmente si trova in zona gialla, passerà in zona arancione con ulteriori restrizioni? Per giovedì è previsto tra i presidenti delle Regioni e l'esecutivo un "confronto preventivo" sulla questione, ma per Luca Zaia i dati del Veneto «sono assolutamente buoni, non abbiamo pressione negli ospedali con pazienti nei corridoi, letti ne abbiamo, possiamo arrivare fino a 6000 ricoveri e stiamo raccogliendo il plasmo. Sulle decisioni del Governo staremo a vedere questo algoritmo è una roba inquietante, per quanto ci rigurda la situazione è sotto controllo, ma ovviamente siamo appesi all'Rt. Spero vivamente che si possa riconfermare la zona gialla, dalle nostre valutazioni non abbiamo segnali per andare in arancione. In ogni caso auspico che ci sia il tempo per i nostri tecnici di argomentare un eventuale cambiamento di fascia. Dubbi non ne abbiamo e le restrizioni messe in atto con la nostra ordinanza stanno funzionando»

Potrebbe Interessarti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento