Attualità

Coronavirus, pericolo variante inglese: Zaia impone il tampone per chi rientra

Il governatore del Veneto, in diretta dalla sede regionale della Protezione civile, dà lettura degli ultimi dati relativi al contagio da Covid-19 e lancia un appello a chi è stato in Gran Bretagna o Irlanda nell'ultimo mese

Sono 2.583 i nuovi casi di contagio rilevati in Veneto nelle ultime 24 ore, il numero degli attualmente positivi arriva a quota 101.474. L'incidenza è del 11, 32%. Il numero dei ricoverati Covid è di 3.276, 375 in Terapia intensiva (+5) e 2.901 in area non critica (+21). Le vittime sono 5.481 da inizio pandemia, +47 nelle ultime ore.

BOLLETTINO VENETO 21 DICEMBRE ORE 8

Inevitabile il riferimento alle notizie che da domenica hanno riportare il terrore in Italia, ovvero della variante inglese del Covid. Il governatore riferisce di essersi sentito con il ministro Speranza e di essersi attivato subito con un'ordinanza urgente rivolta a per chi rientra da Inghilterra o Irlanda, o che è transitato in quell'area.

Con l'ordinanza, il presidente del Veneto impone il tampone obbligatorio per chi ha soggiornato in Gran Brentagna o Irlanda negli ultimi 15 giorni, anche se asintomatici. L'appello è: "Se qualcuno è stato in Gran Bretagna ci avvisi".

Il sospetto è che la "variante inglese" posso essere già in circolazione da tempo: "Confrontando le curve inglesi con le nostre vediamo delle analogie ma non abbiamo certezza". Sta di fatto che dall'intervento ministeriale che ha disposto il blocco dei voli, c'è stato un atterraggio all'aeroporto di Verona "stiamo risalendo a tutti i passeggeri - riferisce Zaia - Ovviamente li invitiamo a presentarsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, pericolo variante inglese: Zaia impone il tampone per chi rientra

VicenzaToday è in caricamento