menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, “Non moriremo con la mascherina ma guai ad abbassare la guardia”

Sono parole rassicuranti ma al tempo stesso prudenti quelle del governatore regionale Luca Zaia in merito all’attuale situazione Covid-19

AGGIORNAMENTO CONTAGI ORE 17

Rispetto alla mattinata di sabato si registrano altri 5 contagi da Covid-19 in Veneto, per un totale di 19.091. Nessun nuovo contagio nel Vicentino. 

Rimangono 40 i ricoverati in Terapia intensiva, 481 in totale. Nessun nuovo decesso nella giornata di domenica. Positivo il numero dei negativizzati: 14.574 di cui 2.28 nel territorio Vicentino.

AGGIORNAMENTO ORE 12.30

La situazione contagi da Covid-19 in Veneto parla di 19.086 positivi (+12 rispetto a sabato) su un totale di 582.709 tamponi effettuati ad oggi, domenica 24 maggio. Nessun nuovo caso nel Vicentino. L'incidenza è quindi del 2 per mille.

Le persone in isolamento sono 2.619, 482 i ricoverati di cui 40 in Terapia intensiva. 3.269 sono invece i dimessi , 1.351 i morti in ospedale (+1), 1.869 in totale. 

Si mantiene quindi il trend in discesa dell'ultimo periodo ma fondamentale sarà, secondo il governatore, la data di giovedì, a 15 giorni dall'inizio della fase 2 pertanto: "Voglio rassicurarvi che non moriremo con la mascherina ma è fondamentale non abbassare la guardia per il pericolo reinfezione è alto", ha dichiarato Zaia.

A tal proposito la Regione ha voluto mandare un messaggio soprattutto ai protagonisti della movida e lo ha fatto con un video di grande impatto.

IL VIDEO

Inevitabile il rimando allo scontro mediatico tra il prof. Crisanti, quello che era stato definito come l'uomo dei tamponi e la dottoressa Russo, a capo del dipartitmento di Prevenzione della regione. Una querelle che sta tenendo banco da giorni. Motivo del contendere sarebbe il ruolo del direttore del laboratorio di Microbiologia dell’Aziende ospedaliera di Padova, e il piano di sanità pubblica previsto dalla dottoressa Russo.

Zaia ha confermato alla stampa di aver parlato con entrambi e di trovarsi nella situazione di paciere: "Abbiamo una scuderia di cavalli di razza e può essere che a volte ci siano questi atteggiamenti ma ho profonda stima di entrambi e riconosco il loro merito. Spero si arrivi ad una soluzione comune - ha sottolineato il governatore - ma quello che posso dirvi è che il piano c'era e c'è".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, i piani per un nuovo lockdown nazionale

social

Tutti pazzi per il Poke, il piatto più amato dai vicentini

Attualità

Nuovo Dpcm nel week end e il rischio lockdown

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento