Covid-19, Veneto giallo "perchè il sistema sanitario tiene": non abbassate la guardia

Il governatore del Veneto annuncia la reiterazione dell'ordinanza in scadenza domenica. Dati alla mano, l'incidenza di positivi per tampone sta scendendo ma Verona, Vicenza e Venezia hanno ancora un trend crescente

"Non chiedetemi cosa faremo a Natale? Vorrei che si potessero fare i pranzi in famiglia ma c'è bisogno dell'aiuto di tutti". Sono le parole del governatore del Veneto Luca Zaia, intervenuto sabato mattina dalla sede regionale della Protezione civile del Veneto.

Il numero dei contagi da Covid-19 in Veneto (da inizio pandemia) aggiornato ad oggi è di 119.726, + 2.197 (312 a Vicenza) rispetto a venerdì. "L'incidenza dei positivi, su tampone, sta scendendo almeno del 30%", spiega Zaia. Le persone in isolamento sono 39.157. I ricoverati Covid sono 2.321 (+27), le Terapie intensive toccano quota 291 (+5). Sale il numero dei decessi 3.190 da inizio pandemia, + 67 morti rispetto a venerdì. Gli isolati sono 39.157 (5.141 nel Vicentino) di cui 24.519 positivi.

BOLLETTINO REGIONALE 21 NOVEMBRE ORE 8

"Noi siamo ancora in area gialla - continua Zaia - però io ho una grande preoccupazione perchè il sistema sanitario tiene ma dobbiamo essere tutti ligi altrimenti per colpa di qualcuno rischiamo che la situazione degeneri".

Il governatore del Veneto ha annunciato la reiterazione dell'ordinanza in scadenza domenica, provvedimento che mira ad arginare il problema contagio legato agli assembramenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento