Pasqua solidale, Arcigay Vicenza consegna 170 pasti a sorpresa ai sanitari del San Bortolo

L'iniziativa è partita domenica ma proseguirà anche nei prossimi giorni

Nel giorno di Pasqua hanno voluto fare una sorpresa a chi, dallo scorso febbraio è in prima linea per affrontare l'emergenza coronavirus. Ecco che si sono presentati al nosocomio vicentino e hanno donato 170 pasti che sono andati al Pronto Soccorso, ai reparti di Malattie Infettive, Gruppo Operatorio, Rianimazione/UCIC, SUEM, Terapia Intensiva, Direzione Medica, Medicina, Geriatria e Pneumologia.

Sono stati inoltre consegnati 15 pasti alla Protezione civile C.O.. Ad attendere i volontari del direttivo di Arcigay in ospedale la dottoressa Morelli della Direzione medica del San Bortolo, il dottor Massimiliano Zaramella dell’Obiettivo Ippocrate e Francesca Trivellato del progetto PausaSospesa Pro Medici Infermieri e Operatori Ospedale S. Bortolo Vicenza. La ricezione dei pasti è stata assolutamente positiva, con i professionisti grati e contenti per il supporto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non intendiamo fermare l’iniziativa solo a Pasqua - spiega Arcigay - da martedì il personale SUEM del San Bortolo di Vicenza riceverà pasti caldi per 14 giorni. Con la sponsorizzazione del Gruppo ascolto giovani arcobaleno di Vicenza verranno inoltre consegnati pasti caldi e uova di cioccolato martedì alla residenza per anziani Papa Luciani di Altavilla".

"Ringraziamo per la felice riuscita dell’iniziativa gli sponsor Valerio Del Sasso e Toni Spezzapria e le attività partner i ristoranti “Ai sette santi” e “Giada”, la ditta “Garbuio” e il panificio “Campedello” e la Famiglia Morellato di Italian Beauty, che ha donato i prodotti per la cura della pelle, segnata da settimane di uso costante di guanti e mascherine - concludono - Ricordiamo che per noi di Arcigay Vicenza prenderci cura della comunità e della nostra città è un impegno ed una responsabilità che sentiamo forte da sempre e che mai deve venire a mancare, nemmeno nell'incertezza in cui l'epidemia di Covid-19 ci ha trascinati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Fuga dopo la rapina, l'auto si schianta: muore una donna

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

  • Strano ma vero: rapporto troppo focoso, trentenne si frattura il pene

  • Amministrative 2020, Malo sceglie Marsetti: è lui il nuovo sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento