menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andrea Zaupa (foto: Facebook)

Andrea Zaupa (foto: Facebook)

"Internato" per Covid: la storia del baritono bloccato in Cina dopo un tampone positivo

Ad ottobre è partito per l'Oriente ma, una volta arrivato, è iniziato il suo calvario. Sui social il vicentino documenta con video e post quanto gli sta accadendo

Un tampone positivo al Covid, da qui ha inizio il calvario di Andrea Zaupa, baritono 42enne, nato a Bassano, ricoverato in isolamento da 37 giorni allo Shanghai public health clinical service.

Il bassanese è partito ad ottobre alla volta della Cina dopo aver ricevuto l'invito a partecipare all'edizione 2020 di Ising Festival a Suzhou. Una volta arrivato in Oriente però è finito in ospedale: "Sono risultato positivo al Covid durante un controllo in aeroporto - racconta  il baritono nei video pubblicati sui social - mi hanno caricato in ambulanza e mi hanno portato in ospedale per fare i controlli. Mi hanno messo in una stanza ermetica. Qua mi trattano come se fossi un appestato, mi stanno distanti, mi spruzzano di disinfettante".

Zaupa si definisce un internato: "Qui in Cina devi avere due tamponi negativi consecutivi per essere Covid free, ma  e di conseguenza sono passati più di 30 giorni, chiuso in una stanza senza finestre". Il baritono nei suoi video esprime diffidenza nei confronti del virus: "Ho avuto una febbriciattola per 4 quattro giorni ma il test dice che sono positivo. È influenza. Sono 31 giorni che sto bene. Ero terrorizzato che ci fosse una sospensione a seguito del mio video pubblicato su Youtube". 

In attesa di un doppio tampone negativo, l'isolamento continua.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Tutte le informazioni sul Superbonus 110% infissi e finestre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento