Contagio coronavirus alla Fis, la lettera al prefetto: «Verifiche in azienda per il rispetto dei decreti di contenimento»

La situazione contagio nella fabbrica di Montecchio Maggiore. I lavoratori pronti allo sciopero

Contagio coronavirus alla Fis di Montecchio Maggiore. La segnalazione arriva dalla CGIL vicentina e dalla FILCTEM provinciale e regionale che riferiscono che nella fabbrica i contagiati sono 2 e un terzo è al vaglio dell'autorità sanitaria.

Per questo motivo le rappresentanze hanno inviato una lettera al prefetto di Vicenza e al sindaco di Montecchio. «Da quando è scoppiata la pandemia Corona Virus, i nostri RLS/RSU hanno segnalato in più occasioni situazioni di scarsa attenzione alla Direzione Aziendale nel rispetto alle norme emanate dal Governo con vari decreti di emergenza: trovando spesso risposte vaghe e poco incisive. In queste ore i casi conclamati di Contagio al Corona Virus sono 2, siamo a conoscenza di un probabile 3 caso, ma oltre a delle misure di contenimento con quarantene cautelari di coloro si pensa siano stati a contatto con i contagiati, la direzione non ha collaborato proficuamente, a nostro giudizio, con la rappresentanza interna dei lavoratori», scrivono i sindacati, aggiungendo: 

«In queste ore siamo venuti a conoscenza anche di alcuni licenziamenti unilaterali di persone in periodo di prova, con contratto a termine, senza preventiva comunicazione e riflessione con la rappresentanza interna: cosa che storicamente si è sempre cercato di fare, per evitare di mettere sulla strada persone e famiglie. Per le ragioni di contagio, per garanzia della salute e sicurezza dei lavoratori, le RSU avevano chiesto più volte un rallentamento delle produzioni al minimo: cosa che nelle settimane scorse era già prevista, ma mai attuata, con il ricorso alla CIGO per la carenza di materie prime dalla Cina».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavoratori sono pronti  a 16 ore di sciopero, con prima fermata lunedì 16 Marzo 2020, con regolare avvio della procedura con la Direzione «per la messa in sicurezza degli impianti legata alle norme di sicurezza vigenti nelle aziende Chimiche», aggiungono i sindacati, concludendo: «Ci appelliamo al prefetto perché avvii quanto prima verifiche in azienda per il rispetto dei decreti di contenimento del contagio Corona Virus e per qualsiasi altra azione vorrà intraprendere a tutela dei lavoratori e del territorio»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: ecco come si vota

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento