menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid-19: "Ad oggi 38 focolai, il 70% asintomatici", a breve nuova ordinanza

Punto stampa straordinario, nella sede regionale della Protezione civile del Veneto, per il governatore Luca Zaia che, dati alla mano, ha analizzato la situazione del contagio

Il governatore del Veneto Luca Zaia ha voluto fare il punto della situazione sul contagio da Covid-10 in regione. Importante è il raffronto tra i dati del 18 maggio, giorno in cui si sono allentate le restrizioni del lockdown e quelli attuali.

I positivi ad oggi sono 19.845 (+15, 9 nel Vicentino) sui 1.1874.670 tamponi effettuati (il 18 maggio erano 18.950) mentre le persone in isolamento sono oggi 1.153 in meno 3.870 contro i 2.717 di oggi). I ricoverati, il 18 maggio, erano 541 (263 positivi) contro i 114 attuali (31 positivi) mentre le terapie intensive vedevano 51 ricoverati (22 positivi) contro i 6 di oggi (tutti negativi). L'unico dato che aumenta è quello dei decessi 1.803, il 18 maggio e 2.064 oggi.

Schermata 2020-07-27 alle 14.28.35-2

"Ad oggi sono 38 focolai attivi: 19 autoctoni e 19 importati, stranieri - ha dichiarato Zaia - Il virus non se n'è andato, da dei segnali diversi e per questo è fondamentale rispettare le indicazioni: mascherina in locali chiusi e assembramenti e igienizzazione delle mani".

"L'impatto del virus sugli ospedali non c'è  - sottolinea Zaia - siamo davanti al 70% dei positivi che sono asintomatici e l'età dei positivi si è abbassata: ora sono i 40enni che si ammalano".

E ancora: "Abbiamo avuto una riduzione dei focolai i primi 10 di luglio poi c'è stato un aumento portato da casa extra europei - continua - Abbiamo tanti isolamenti questo sì".

"I tamponi servono ma non si può far tutto con i tamponi - spiega il governatore - ad oggi 1 veneto su 5 è stato sottoposto a tampone. Il pensiero va alla prossima ondata annunciata per settembre. Vedrete che alla fine ci daranno un test che andremo a comprarci in farmacia, come quello della glicemia, perchè è troppo importante questa pandemia perchè resti strutturata".

"In settimana presenteremo una nuova ordinanza perchè il 31 luglio scadono i termini del Dpcm  e, ultimo aspetto, vi presenteremo il nuovo piano di sanità pubblica 2020/2021 frutto dell'esperienza che abbiamo fatto in questi mesi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

La pasta in bianco fa ingrassare? Scopri la verità

Sicurezza

Come sanificare il divano e farlo tornare nuovo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Yale Stock Trading Game, un bassanese sul podio

  • social

    Primo assaggio di primavera e primi bagnanti al Livelon

Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento