menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, ordinanza Speranza quattro ore prima della ripartenza: "Imbarazzante"

Il governatore del Veneto Luca Zaia dà lettura degli ultimi dati sul contagio da Covid-19 aggiornati a lunedì 15 febbraio. Il punto stampa è anche occasione per fare chiarezza su alcuni punti come il blocco degli impianti da sci e la situazione vaccini

Nelle ultime 24 ore si contano 241 nuovi contagi da Covid in Veneto con un'incidenza positivo su tampone del 2,93%. Gli attualmente positivi sono 24.810 mentre la situazione negli ospedali vede una diminuzione dei ricoveri con 148 positivi in Terapia intensiva (-3) e 1.433 in area non critica (-5). Per quanto riguarda i decessi, sono 11 le vittime delle ultime ore.

BOLLETTINO VENETO 15 FEBBRAIO ORE 8

Inevitabile il commento del governatore sull'ordinanza Speranza che impone la chiusura degli impianti: "Imbarazzante un'ordinanza emessa quattro ore prima della riapertura delle piste da sci.  Si poteva e si doveva fare nei giorni scorsi. Gli operatori sono sempre dimostrati responsabili. Per loro questa è una stagione persa, anzi una e mezza. Sono preoccupato perché molte di questa aziende non riapriranno più, senza contare che c'è tutto un indotto che è fuori da qualsiasi ristoro, basti pensare agli stagionali"

Il governatore ha inoltre attaccato chi grida al lockdown: "Ha informazioni che noi non abbiamo? Facile parlare da scienziati, non rischiano nulla, non hanno nessuna responsabilità giuridica rispetto alle affermazioni che fanno".

Sulla scuola, Zaia annuncia che la Regione Veneto intende proseguire con la dad in presenza al 50% sino alla scadenza del Dpcm del 5 marzo.

Incalzato dalle domande dei giornalisti il governatore fa chiarezza sulla delicata questione della negoziazione per l'acquisto dei vaccini. "Non c'è nessuna trattativa losca, è tutto alla luce del sole". E alle dichiarazioni di Crisanti che definisce immorale questa trattativa: "Allora è stato immorale anche l'acquisto della macchina per i tamponi che ha usato anche Crisanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento