Emergenza Covid, positivi e decessi alla Sterni: la denuncia dei familiari degli anziani

Il presidente del comitato ospiti Francesco Cerantola annuncia la presentazione di un esposto alla procura della repubblica di Vicenza

Diversi casi di pazienti positivi al Coronavirus e almeno 7 morti sospette. E’ quanto denunciano i familiari degli anziani ricoverati nella casa di riposo privata “G. Sterni” di Bassano del Grappa, i quali, tramite il presidente del comitato ospiti Francesco Cerantola, annunciano un esposto da presentare alla Procura di Vicenza nei confronti della struttura gestita dalla Congregazione Suore della Divina Volontà.

Dunque i familiari dei pazienti ricoverati si dicono pronti a rivolgersi ai magistrati e, tramite una nota scritta, denunciano “numerosi contagi da Covid 19 da parte degli anziani ospiti e di molte unità del personale (almeno 7 decessi negli ultimi giorni, ospiti ricoverati in ospedale in gravi condizioni, una notevole percentuale di positivi rispetto ai tamponi effettuati). Tutte le richieste informative e di rispetto delle condizioni contrattuali di assistenza, reiteratamente avanzate da molti familiari, sono state disattese o eluse, al punto che nelle ultime settimane gli ospiti, causa gravi carenze organizzative, non possono neanche usufruire dei servizi psicologici e di sostegno personale e religiosi”.

Gli stessi familiari si sarebbero già rivolti ai carabinieri, alla Curia di Vicenza, al sindaco di Bassano del Grappa e alla stessa casa di riposo, della quale avrebbero anche richiesto la rimozione del direttore, tacciato di non aver messo in atto “tempestivi interventi di prevenzione”. Tutte richieste a cui, sempre secondo Cerantola, non avrebbero sortito risposta. 

“La locale Ulss 7, pur avendo richiesto interventi prescrittivi nei confronti della direzione della Casa di riposo non sembra né aver verificato l’effettiva idonea, e soprattutto tempestiva, attuazione. In una tale e tristemente significativa situazione di disinteresse, si preannunzia una formale denuncia dei fatti alla Procura della Repubblica di Vicenza per la verifica di eventuali estremi di reati, commissivi od omissivi, nelle condotte che all’uopo saranno specificamente e dettagliatamente ricostruite e delle relative responsabilità personali nell’eziologia dei contagi e dei decessi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il grande freddo: gennaio 1985 la nevicata del secolo

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Coronavirus, 8 decessi nel Vicentino: muore una 58enne

  • Nuovo Dpcm, allo studio divieto d'asporto dopo le 18: per il Veneto più facile l'entrata in zona rossa

Torna su
VicenzaToday è in caricamento