Attualità

Coronavirus, il punto di Luca Zaia: «Primi in Italia a fare la terza dose»

La diretta del presidente della Regione con gli aggiornamenti sull'emergenza coronavirus. Contagi in calo in tutto il Veneto e 80% di ricoverati non vaccinati in terapia intensiva

I contagi in Veneto stanno dimunendo, mentre i ricoveri rimangono sempre stabili e sono sempre di più i pazienti covid non vaccinati che finiscono in ospedale. Lo ha reso noto Luca Zaia, dati del bollettino alla mano, nella conferenza stampa di martedì presso la sede della Giunta regionale, a Palazzo Balbi, a Venezia.

Nelle ultime 24 ore sono stati 427 i nuovi contagiati, trovati con 46.934 tamponi, quindi con un'incidenza (in ribasso) dello 0,91%. Gli attualmente positivi ad oggi sono invece 12.589, per la prima volta da mesi scesi sotto quota 13mila. Situazione stabile invece per quanto riguarda i ricoveri con 320 pazienti covid, 261 dei quali in area non critica e 56 in terapia intensiva. Da segnalare che i malati sono per il 70% non vaccinati nei reparti ordinari e per l'80% senza nessuna dose in rianimazione. Infine, il triste conto dei morti segna altri 7 decessi nelle ultime ore. 

Per quanto riguarda i vaccini, nella giornata di ieri sono state 35.606 le inoculazioni mentre la popolazione residente vaccinata con almeno una dose più i prenotati è a quota 3.487.909, vale a dire il 71,9% della popolazione totale. Zaia, infine, ha annunciato che lunedì 20 ci saranno le inoculazioni della terza dose. "Saremi i primi in Italia, iniziamo con i fragili (tra i quali i trapiantati e gli immunodepressi) a Villorba in provincia di Treviso alla presenza del generale Figliuolo", ha concluso il presidente della Regione Veneto. La dose aggiuntiva sarà fatta ai fragili che sono stati vaccinati con la seconda dose almeno da 28 giorni. A seguire, over 80, Rsa, case di riposo e sanitari a 6 mesi dalla seconda dose. 

Report del 14 settembre

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il punto di Luca Zaia: «Primi in Italia a fare la terza dose»

VicenzaToday è in caricamento