Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Coronavirus, scoperta variante indiana nel Bassanese: il Veneto anticipa vaccino over 60

Consueto punto stampa con il governatore Luca Zaia che dà lettura degli ultimi dati relativi al contagio da Covid-19 a livello regionale. Presente anche il dottor Paolo Rosi, coordinatore regionale del 118, che ha illustrato i numeri delle Terapie intensive

Nelle ultime 24 ore sono 535 i positivi rilevanti in Veneto nei 11.120 tamponi effettuali. Gli attualmente positivi sono quindi 23.507. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali sono 1.540 i positivi ospedalizzati (-19): 1325 (-20) in area non critica e 215 (+1) in Terapia intensiva. 10 sono infine i decessi nelle ultime 24 ore.

BOLLETTINO VENETO 26 APRILE ORE 8

"Le varianti continuano ad impensierire - commenta il governatore Luca Zaia - è notizia di oggi che l'Ulss 7 Pedemontana ha rilevato la presenza della variante indiana su due soggetti, padre e figlia, rientrati dall'India, entrambi adulti. Si tratta di persone poste in isolamento fiduciario, non ospedalizzati".

Per quanto riguarda invece la vaccinazione, il Veneto anticipa sulla tabella di marcia: "Dalle 14 di oggi, lunedì 26 aprile, sarà possibile prenotare la vaccinazioni degli over 60 che potrà essere somministrata a partire da giovedì", sottolinea il presidente regionale.

"Dal 1° aprile c'è stato un calo di un terzo dei ricoverati delle Terapie intensive. Numeri che sono in calo perchè le uscite prevalgono sulle entrate ma non stiamo smontando tutto perchè nessuno entra più in Terapia intensiva", spiega il dott. Paolo Rosi coordinatore regionale del 118 presente al punto stampa sulla situazione Covid in Veneto.

"4 o 5 persone (su mille positivi), a giorni alterni, entrano in Terapia intensiva - sottolinea Rosi - I ricoverati over 80 sono stati il 2,5% (contro il 10% nelle fasi precedenti). Di questa fascia, nel mese di aprile sono entrati in Terapia intensiva solo 8 pazienti (il 2%). Gli over 80 stanno scomparendo dalle terapie intensive, questo per effetto della vaccinazione".

Per quanto riguarda il tasso di mortalità dei ricoveri degli over 80 è del 90% in Terapia intensiva: "gli over 70 hanno una mortalità oltre il 60% - continua Rosi - sono ad alto rischio perchè è la percenutale più alta dei ricoveri e che ha l'esito più infausto delle altre. Oggi il 37.4% dei degenti in Terapia è nella fascia 60-69, il 15.8 sono i 50-59, il 7% sotto i 50".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, scoperta variante indiana nel Bassanese: il Veneto anticipa vaccino over 60

VicenzaToday è in caricamento