Attualità

Coronavirus, vaccini: il Veneto pronto ad aprire le agende ai 40enni

Consueto punto stampa del governatore Luca Zaia sul contagio da Covid-19

Nelle ultime ore sono 493 i nuovi contagi rilevati in Veneto sui 45.039 tamponi effettuati, l'1,09%, una delle incidenze più basse di sempre. Gli attuali positivi sono dunque 17.635. Per quanto riguarda i ricoveri invece sono 1.117 i positivi in ospedal (-41): 979 (-31) in area non critica e 138 (-10) in Terapia intensiva. 18 sono infine i decessi delle ultime ore.

BOLLETTINO VENETO 12 MAGGIO ORE 8

Relativamente alla campagna vaccinale il governatore fa sapere che: "Abbiamo finito vaccini, ma con un segreto: quelli che stiamo facendo sono frutto dell’ingegno veneto, estraendo sette dosi da ogni flaconcino". E ancora: "Stiamo correndo con i 50-59, contiamo di chiudere la partita presto con un 65% delle adesioni. La fascia degli over 80 è al 97%, con gli over 70 sono all'82%, over 60 circa il 61,8%. Da lunedì apriamo alla fascia 40-49 anni, gli altri si mettono in coda. Mettiamo in sicurezza estrema questa fascia d’età, poi puntiamo ad allargare la vaccinazione a chiunque voglia".

Per quanto riguarda l'approviggionamento: "Moderna è arrivata l'8 maggio con 29.300 dosi - sottolinea l'assessore alla Sanità Lanzarin - oggi arriva Pfizer con 171.990 dosi il 15 arrivano poi 12.900 dosi Johson e Johson, 29.300 di Moderna e 23.600 Astrazeneca + 10mila".

In chiave vicentina, extra Covid, il governatore Luca Zaia ha poi annunciato che il 28 maggio ci sarà l'apertura della tratta Bassano-Montebelluna della Spv: "Tempi di percorribilità in 15 minuti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, vaccini: il Veneto pronto ad aprire le agende ai 40enni

VicenzaToday è in caricamento