Attualità

Al «Vicenza rock contest» le band in lizza per lo special prix

Allo 008 di Dueville ieri, domenica 18 luglio, è andata in scena, con sette gruppi scaletta, l'esibizione per l'assegnazione del premio della critica nell'ambito di una competizione aperta a musicisti da tutto il Nordest: i nomi dei vincitori si conosceranno a settembre

Terminata l'esibizione alcuni partecipanti al Vicenza rock contest salutano il pubblico (repertorio Luca Norcia)

Nonostante i colpi inferti dal coronavirus al mondo dello spettacolo la musica dal vivo prova a rialzare la testa. E ieri lo ha fatto con un evento particolare allo 008 di via Marosticana a Dueville dove è andata in scena la serata dedicata allo «special prix», premio della critica del Vicenza rock contest, una competizione musicale alla quale partecipano gruppi di più generi da tutto il Norest. Più nel dettaglio ieri a partire dalle 18 fino alle 22 si sono esibiti sette gruppi. I primi sono stati gli «Anima nera» che hanno proposto un fun-rock molto elettrico affiancato a testi in cui non mancavano riferimenti ironici al mondo dell'erotismo.

Di seguito è stato il turno dei «17 Falò» che si sono esibiti facendo leva su una combinazione stampo decisamente cantautoriale in cui, con la chitarra acustica a farla da padrone, è comparsa anche la fisarmonica. In terza battuta sono giunti i «Miniverso», i quali in un mix di elettronica, chitarrsimo elettrico e con una sezione ritmica arricchita con le percussioni acustiche, hanno concentrato molti dei loro sforzi sulla sperimentazione anche grazie a una punta di improvvisazione. Dopo una brevissima pausa sul palco sono saliti poi i «Midnight zone» che si sono cimentati con un heavy metal articolato in cui sono presenti diversi richiami lirici e sinfonici che contraddistinguono diverse band nordeuropee ma non solo.

Terreno completamente diverso invece è quello sul quale si sono mossi i «Degheio» che a partire da una base punk e rock con qualche venatura pop hanno dato vita ad una mistura in cui è molto percepibile un sound surf-rock anche se rivisitato. Sesti nell'ordine di scaletta sono stati i «Morganage». Questi ultimi  hanno puntato su una esibizione pressoché acustica in cui hanno plasmato un pop-rock molto strutturato ed aperto a svariate contaminazioni fra diversi periodi musicali. Infine, i settimi a salire sul palco sono stati i «Tilt» che cambiando ancora le carte in tavola rispetto ad un contest il quale ha fatto affidamento su una proposta variegata, hanno messo in campo un power-punk-rock caratterizzato ritmiche robuste: al quale è stata affiancata la presenza di due coriste e di una tromba. In queste ore la giuria (composta da Pietro Rossi e Marco Milioni, giornalisti di Vicenzatoday.it), dopo aver ascoltato l'esibizione e compilato le schede di valutazione, sta formulando il giudizio finale sul nome del vincitore del premio per la critica. Nome che sarà poi consegnato in forma riservata allo staff del contest. Peraltro i nomi dei vincitori nelle differnti categorie, compresa quella disputata ieri, saranno resi noti nella fase finale della competizione che si svolgerà nel mese di settembre.

«In questi mesi l'emergenza Covid-19 è stata una spada di Damocle costante, ma noi - fa sapere il vicentino Luca Norcia ossia l'organizzatore del contest - ce la stiamo mettendo davvero tutta. Ed è una emozione non da poco vedere come tanti musicisti, giovani e meno giovani, si stiano impegnando al massimo per dare testimonianza vivida del loro modo di interpretare e intendere la musica stessa». In modo non troppo dissimile si è espresso un altro vicentino, vale a dire Alessandro Padrin. Che ieri a Dueville si è sobbarcato il compito di presentare i gruppi che si sono alternati sul palco: «Tanto di cappello a questi musicisti che hanno dato vita ad una serata molto interessante che ha arricchito ancor più questo ciclo di concerti al quale hanno deciso di partecipare». Le band che si sono esibite ieri non sono tutte quelle che partecipano alla competizione ma facevano parte di un roster selezionato precedentemente dalla organizzazione. Alla fine della serata molti dei musicisti che si erano esibiti dal vivo sono saliti sul palco insieme per salutare e ringraziare il pubblico presente (nel riquadro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al «Vicenza rock contest» le band in lizza per lo special prix

VicenzaToday è in caricamento