Emergenza Covid, Comune destina a famiglie in difficoltà il Bonus idrico integrativo

Un'agevolazione sul pagamento delle bollette dell'acqua riservato ai cittadini. Le domande vanno presentate entro il 30 giugno

Un nuovo significativo aiuto per le famiglie messe in difficoltà dall'emergenza sanitaria è stato approvato dalla giunta comunale su proposta del vicesindaco e assessore al sociale Matteo Tosetto.

Si tratta del Bonus idrico integrativo emergenziale 2020, ovvero di un'agevolazione sul pagamento delle bollette dell'acqua riservato ai cittadini in difficoltà per la chiusura o la riduzione delle proprie attività per effetto dell'emergenza sanitaria.

“Con questo bonus – dichiara il vicesindaco Matteo Tosetto - attiviamo una nuova opportunità di aiuto per le famiglie più colpite sul fronte economico. Fin dall'inizio dell'emergenza, del resto, la nostra attenzione è stata massima nei confronti di un'utenza che, prima di questa particolarissima situazione, non era in gran parte mai entrata in contatto con i servizi sociali”.

I fondi straordinari a disposizione del Comune di Vicenza per questa iniziativa ammontano a 81.395 euro attribuiti dal Consiglio di bacino dell'Ambito Bacchiglione alla città, più 203.180 euro destinati al capoluogo da Viacqua e in fase di autorizzazione dal Consiglio di bacino stesso.

I criteri per accedere al Bonus idrico integrativo emergenziale 2020 sono gli stessi fissati per il progetto Ripartiamo, sempre riservato ai cittadini in difficoltà economica per il Coronavirus.

I richiedenti, residenti nel Comune di Vicenza, utenti diretti o indiretti di fornitura idrica, dovranno autocertificare di avere un patrimonio mobiliare riferito a tutti i componenti del nucleo familiare alla data del 31 maggio non superiore a 10.000 euro.

Le domande vanno presentate entro il 30 giugno. Nel caso in cui le domande presentate non esauriscano i fondi a disposizione, il Comune di Vicenza si riserva di procedere alla ripubblicazione dell’avviso, dal 16 agosto al 31 agosto.

Sarà stilata una graduatoria con priorità al patrimonio mobiliare più basso e, in caso di parità, ai nuclei familiari con maggior numero di figli minori. L'agevolazione, erogata agli aventi diritto fino ad esaurimento dei fondi disponibili, sarà proporzionata al numero di componenti della famiglia: i nuclei familiari composti da una persona riceveranno 100 euro; quelli composti da 2 a 3 persone avranno 180 euro; da 4 componenti in su sono previsti 250 euro.

Il Bonus idrico integrativo emergenziale 2020 va ad aggiungersi al Bonus idrico nazionale (Bonus acqua) per le famiglie che si trovano  in condizioni di disagio economico e sociale indipendentemente dall'emergenza sanitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La proposta di Sergio Berlato: «Chi interrompe caccia e pesca andrebbe trattato da terrorista»

  • Coronavirus: il cibo per rafforzare il sistema immunitario

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Coronavirus, Zaia: "Curva in aumento ma c'è un nuovo soggetto Covid: asintomatico"

  • Obbligo di pneumatici invernali o catene: quando, dove, l'importo delle multe

  • Coronavirus, si va verso il coprifuoco alle 22 in tutta Italia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento