rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità

Il Giro d'Italia sul monte Grappa, sale la febbre per la tappa: posti già prenotati dai fan

Si avvicina la tappa, decine di gruppi di appassionati si stanno accaparrando i migliori posti lungo le salite delineando le aree con paletti e nastro bianco e rosso. Come arrivare, dove parcheggiare, come salire: ecco il vademecum diffuso dalle amministrazioni comunali in attesa delle singole ordinanze

Inizia la febbre per il giro d’Italia sul Monte Grappa. Nel fine settimana decine di gruppi ciclistici e appassionati hanno preso d’assalto le salite iconiche del Sacro Monte e con l’occasione si sono fermati lungo le strade per segnalare gli spazi dove i gruppi organizzati potranno assistere all’epica battaglia. Una sorta di corsa all’oro, che in questo caso è lo spazio migliore per vedere l’impresa titanica dei ciclisti.

Una tappa molto attesa, quella del 25 maggio, che probabilmente deciderà il Giro: 181 chilometri totali, si partirà da Alpago e, dopo aver attraversato in lungo le Colline del Prosecco, con la scalata del Muro di Ca’ del Poggio (4a cat.), dopo 85 chilometri si arriverà ai piedi del Monte Grappa. I corridori lo affronteranno dal versante di Semonzo, si arriva ai 1700 metri di altitudine con 18,2 km di salita, con una pendenza media dell’8,1% e un paio di brevi tratti in falsopiano. In cima mancheranno 78 km all’arrivo e una lunga discesa di quasi 30 km riporterà il gruppo a Semonzo, dove comincerà la seconda scalata del Monte Grappa. Gli ultimi 32 km saranno in picchiata e poi via, verso Bassano del Grappa, dove verrà premiato il vincitore di tappa.

Luoghi che gli appassionati conoscono da sempre. E, a proposito di storia, va anche ricordato il legame tra Giro e Monte Grappa. Leggendaria la tappa del 1968 vinta da Emilio Casalini. Nel 1974 si partiva da Misurina, la tappa fu vinta da Eddy Merckx: allo scollinamento in fuga c’era Fuente che fu raggiunto durante la discesa della Cadorna. Fino ai giorni nostri, con salita sulla General Giardino (detta “Degli Arditi”) poi discesa sulla Cadorna e arrivo in solitaria da Vincenzo Nibali nel 2010. L’ultimo grande evento fu quello del 2014, con la cronoscalata con cambio della bicicletta dei corridori all’altezza della Chiesa di Semonzo di Borso del Grappa con arrivo a Cima Grappa vinta da Nairo Quintana: il colombiano scattò per ultimo e batté per 17 secondi il giovane Fabio Aru. Il Monte Grappa, però, non è solo salita, ma anche discesa: Vincenzo Nibali nel 2010, dopo aver superato il Grappa da Semonzo, si buttò in picchiata verso Asolo, staccando Cadel Evans, Michele Scarponi e il compagno di squadra Ivan Basso.

MODIFICA DELLA VIABILITÀ COMPRENSORIALE

L’Unione Montana del Bassanese e l’IPA Terre di Asolo e Montegrappa, a seguito di un incontro con le autorità competenti nella giornata del 9 maggio, anticipano alla cittadinanza che in occasione della 20^ tappa del Giro d’Italia verranno apportate limitazioni al traffico in tutte le strade di accesso al Monte Grappa. Nei prossimi giorni verranno emessi i relativi provvedimenti amministrativi.

CIRCOLAZIONE STRADALE MASSICCIO DEL GRAPPA

venerdì 24/05/2024 dalle ore 18: DIVIETO DI CIRCOLAZIONE per tutti i mezzi, ad eccezione dei soli “autoveicoli e velocipedi” (non potranno circolare, ad esempio: camper, carrellati, pullman, trattori, furgonati e qualsiasi mezzo adibito a campeggio); sabato 25/05/2024 dalle ore 00:00: DIVIETO DI CIRCOLAZIONE per tutti i veicoli ad eccezione di quelli dei residenti e dei lavoratori negli esercizi presenti sul massiccio del Grappa. Sabato 25/05/2024 dalle ore 06:00: DIVIETO DI CIRCOLAZIONE nelle strade d’accesso a Cima Grappa eccetto cicli e pedoni. La transitabilità della strada sarà garantita esclusivamente fino a 2,5 ore antecedenti al passaggio della carovana del Giro d’Italia. Le strade riapriranno al termine del passaggio della carovana, previsto verosimilmente tra le 19 e le 19,30 di sabato 25/05/2024, con il senso unico in discesa fino al completo decongestionamento della viabilità.

ACCOGLIENZA E INSTRADAMENTO ZONE A VALLE DELL’ACCESSO ALLA MONTAGNA E PARCHEGGI

Al fine di garantire il corretto flusso di traffico per gli spettatori in arrivo, saranno predisposte delle zone filtro già dalle 06,00 di sabato 25 maggio, con limitazioni al traffico nelle vie percorse dalla gara e strade interferenti, anche al fine dell’allestimento dei mezzi pubblicitari e di intrattenimento collegati al Giro d’Italia. 

Saranno adibite delle aree parcheggio a valle, nelle seguenti località: Romano d’Ezzelino, dall’uscita Romano Nord della SS47 Valsugana; Borso del Grappa, in arrivo dalla SP 26 e da via Molini; Bassano del Grappa, nella zona Baxi; Quartiere Santa Croce di Bassano del Grappa.

La settimana antecedente all’evento la Polizia stradale effettuerà controlli nel massiccio del Grappa. Le limitazioni al traffico potranno subire ulteriori modificate in virtù di una progressiva saturazione delle aree. Le modifiche della viabilità e le aree di parcheggio saranno indicate puntualmente in una apposita piantina che verrà pubblicata nei siti dei comuni e sui social, nonché stampata e messa a disposizione degli interessati e del pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giro d'Italia sul monte Grappa, sale la febbre per la tappa: posti già prenotati dai fan

VicenzaToday è in caricamento