Attività chiuse per l'emergenza e ultime a riaprire, commercianti scendono in piazza

Da Thiene a Breganze, alla città capoluogo, il mondo del commercio ha fatto sentire la propria voce con una manifestazione simbolica che si è svolta martedì sera

(foto Facebook ‎Alle Colonne Icecafe Vicenza‎)

Si sono dati appuntamento in piazza, hanno alzato le serrande dei loro negozi e acceso le luci delle vetrine. I commercianti e gli artigiani non ce la fanno più. Dal diffondersi della pandemia Covid-19 si sono visti obbligati alla chiusura, come gran parte del mondo produttivo e, attendevano con ansia un cenno da parte del governo perchè le loro attività potessero ripartire già con l'inizio della fase 2, ma così non è stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ecco che da Vicenza, a Thiene, a Breganze commercianti e artigiani hanno fatto fronte comune e martedì sera hanno fatto sentire la loro voce. La proposta era di accendere le luci, alle 21, in bar e ristoranti di tutta Italia e i commcianti vicentini hanno risposto presente: "I titolari di bar e ristoranti di Vicenza  - scrive in un post ‎Alle Colonne Icecafe Vicenza‎ - uniti ad un movimento di persone che rappresentano aziende sofferenti, hanno alzato le saracinesche, illuminato i loro locali ed apparecchiato i tavoli. Le vie e le piazze per pochi minuti si sono illuminate di nuova luce, la musica ha riempito i silenzi che resteranno tra i simboli di questa epidemia.
Questa è la nostra voce! Questi siamo noi!"

Al loro fianco anche i parlamentari veneti della Lega e l'Amministrazione comunale di Vicenza con l'assessore al commercio Silvio Giovine: "Bar, ristoranti e negozi del centro storico di Vicenza hanno “acceso” i propri locali - scrive - Un grido d’aiuto, un gesto civile e di speranza affinché gli venga data la possibilità di tornare a lavorare"

Già dalla mattinata di martedì avevano preso forma varie forme di protesta come quella di Brendola, dove i commercianti avevano simbolicamente consegnato le chiavi delle loro attività al sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

94652520_135452648051532_1905637561435422720_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Fuga dopo la rapina, l'auto si schianta: muore una donna

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

  • Strano ma vero: rapporto troppo focoso, trentenne si frattura il pene

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento