Arzignano, dopo la tragedia di Genova: "Controlli approfonditi su tutti i ponti"

Dopo la tragedia del ponte Morandi i sindaci hanno ricevuto una nota dai provveditorati che li sollecita a monitorare le infrastrutture. Il sindaco:"Concentreremo la nostra attenzione sulle strutture che potrebbero presentare delle criticità"

Il crollo del ponte Morandi a Genova ha sollevato nell’intero Paese il problema della sicurezza e della stabilità di ponti e viadotti presenti sul territorio nazionale. Dopo la tragedia i sindaci hanno ricevuto, tramite le rispettive Province, una nota dai provveditorati alle opere pubbliche regionali che, su impulso del ministero delle Infrastrutture, li sollecita a monitorare, stimare le priorità e preventivare la spesa per gli interventi sulle infrastrutture di competenza.

"Un’opera di controllo che il Comune di Arzignano ha sempre svolto, ma che in virtù della delibera intende accentuare al fine di garantire la massima sicurezza ai cittadini", spiega l'amministrazione comunale che ha preso la decisione di svolgere un’indagine sullo stato di conservazione dei ponti presenti in Arzignano concentrando la propria attenzione sulle strutture che, per vetustà, potrebbero presentare delle criticità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare il ponte della rotatoria di San Zeno, il ponte sul torrente Restena nell’omonima frazione e la passerella ciclopedonale sul fiume Chiampo. Si tratta di una prima e necessaria indagine ‘visiva’, cui seguirà, dopo aver affidato incarico ad un professionista, un controllo approfondito sulla stabilità dei manufatti ed un eventuale intervento. 

“La nostra attenzione è sempre stata massima” dichiara il sindaco Giorgio Gentilin “ma a seguito della tragedia e delle direttive ministeriali, non intendiamo lasciare il minimo dubbio sulla stabilità dei ponti e dei cavalcavia arzignanesi, spesso interessati dall’attraversamento di traffico pesante. Ricordo i nostri interventi già eseguiti in passato sul ponte di San Zeno in direzione piscine, con il consolidamento dello stesso. Ricordo anche gli interventi eseguiti sulla passerella e quelli strutturali previsti per quest’anno. Il nostro impegno continuerà e, per fine anno, avremo un quadro preciso sulle strutture e sull’eventualità che possano essere interessate da criticità. La sicurezza del cittadino –conclude il sindaco- non può essere affrontata con superficialità. L’abbiamo dimostrato e lo dimostreremo anche con questa richiesta di impegno conoscitivo da parte del Ministero”

(nel video immagini del traffico a San Zeno zona ponte)

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Gambero rosso 2021: tre forchette a La Peca, due ad Acqua Crua e altri sei vicentini

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

Torna su
VicenzaToday è in caricamento