menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le conseguenze dell'incendio alla Futura di Montebello (archivio del comando Vigili del fuoco di Vicenza)

Le conseguenze dell'incendio alla Futura di Montebello (archivio del comando Vigili del fuoco di Vicenza)

Incendio alla Futura: «nessun problema» per la qualità dell'aria attorno alle scuole

È questo il dato saliente del bollettino Arpav diramato in mattinata. Frattanto proseguono le indagini in merito ad una possibile origine dolosa del rogo: gli investigatori starebbero passando al setaccio i trascorsi societari della ditta

Dopo l'incendio scatenatosi tra il 12 e il 13 settembre alla Futura di Montebello Vicentino proseguono le analisi per verificare la salubrità dell'ambiente specie per quanto riguarda le scuole. In questo senso l'Arpav di Vicenza nella mattinata di oggi 16 settembre ha diramato un bollettino nel quale si precisa che su questo versante la situazione è solo controllo.

«I risultati delle analisi dell'aria - si legge - pensati per rilevare l'eventuale presenza di sostanze organiche volatili presso la scuola primaria di Montebello e la scuola dell'infanzia Don Giarolo hanno riscontrato valori tutti inferiori alla soglia di rivelabilità». Analogo risultato, spiega l'agenzia ambientale, è emerso dalle analisi del campionamento effettuato il 13 settembre in via Pesa a Montebello Vicentino. Anche in questo caso, rimarca l'agenzia ambientale regionale, «non è rilevabile alcuna presenza di diossine e furani». Ieri, si legge in ultimo, è stato effettuato «un ulteriore sopralluogo per verificare la situazione della raccolta delle acque». I tecnici Arpav hanno rilevato che l'azione di spegnimento dei vigili del fuoco era praticamente terminata.

Completamente diversa invece è la questione delle indagini relative ad un possibile intervento doloso alla base del rogo. La ditta (che tratta rifiuti di varia natura), i cui trascorsi sul piano societario non sono molto sereni, aveva già patito un altro incendio. Gli investigatori, coordinati dalla procura vicentina starebbero, tra le altre, passando ai raggi X gli assetti azionari e societari trascorsi della srl che in più di una occasione è stata al centro del dibattito mediatico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Veneto resta zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento