rotate-mobile
Attualità

Amianto all'ex Beltrame: bonifica sotto osservazione

Dopo il rinvenimento di materiali contenenti frammenti di amianto proseguono i lavori di bonifica dell'area. Assessore Siotto "Massima attenzione da parte dell'amministrazione che sta seguendo tutte le fasi"

Dopo il rinvenimento di materiali contenenti frammenti di amianto durante i lavori del piano attuativo per la bonifica ambientale dell’area ex acciaierie Beltrame, in corrispondenza della zona sterrata accanto al parcheggio Cattaneo, la ditta ha provveduto, come da procedura, all'isolamento dei materiali e al loro insacchettamento. I materiali dovranno essere conferiti, quindi, in discariche predisposte a ricevere questa tipologia di rifiuto.

A seguito del rinvenimento di tali materiali, si è proceduto alla revisione del progetto ambientale con un aumento del numero di punti di campionamento del terreno. Il progetto prevede la realizzazione di un parcheggio e di un'area a verde destinata a parco, nonchè il collegamento ciclo-pedonale della cosiddetta "spina ovest" per la connessione nord-sud del sistema dei percorsi ciclabili. Nei prossimi giorni la direzione lavori valuterà la possibilità di procedere con una variante progettuale così da completare la realizzazione delle opere relative al parcheggio e al parco, sempre nel rispetto delle norme ambientali.

«Voglio rassicurare i cittadini e, in particolare, quanti vivono nei pressi del parcheggio Cattaneo: le analisi effettuate sui materiali rinvenuti durante gli scavi dei lavori di bonifica ambientale dell’area ex acciaierie Beltrame, parte dei quali contenenti frammenti di amianto, hanno dato esito negativo. Ciò significa che non sussite alcun problema di salute pubblica», dichiara l'assessore all'ambiente Simona Siotto. 

A causa del ridotto numero di discariche autorizzate, tutte fuori Regione le operazioni di conferimento del materiale prenderanno il via entro fine anno, con modalità cadenzate. Tale attività si protrarrà per oltre un mese, come da indicazioni delle ditte, fino alla rimozione completa di tutto il materiale.

«Ci tengo a precisare che nei sacchetti, oltre tre quarti del contenuto è rappresentato da terreno - ha precisato l'assessore Siotto - Continuiamo, comunque, a tenere monitorato il luogo, anche su indicazione di Arpav, Ulss e Provincia, tanto che nei giorni scorsi sono stati eseguiti nuovi campionamenti, gli esiti dei quali saranno a disposizione la prossima settimana»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto all'ex Beltrame: bonifica sotto osservazione

VicenzaToday è in caricamento