rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Attualità Valdagno

L'erede di Caruso è vicentino: il tenore Alessandro Lora

Viene da Valdagno e sogna l'America. Dicono di lui: "I suoi acuti squillano con potenza e timbro scuro da tenore eroico"

Alessandro Lora considerato dalla stampa internazionale l'erede del grande Caruso per la sua somiglianza fisica ma soprattutto vocale nasce a Valdagno, terra dei filati, tra le verdi colline della vallata dell’Agno, sovrastata dalle frastagliate vette delle Prealpi. Sin da bambino è palese la sua passione per la musica.

Terminati gli studi Alessandro inizia una carriera da brillante imprenditore mentre in parallelo coltiva la sua passione per il bel canto, studiando tecnica vocale nel tempo libero. Nel corso degli anni ha un incontro con il tenore di fama internazionale Gianfranco Cecchele, con il quale inizia ad impostare professionalmente il proprio percorso canoro.

Da subito il grande tenore si rende conto delle potenzialità di Lora. Da qui si susseguono altri maestri di ben nota fama sino all’incontro con il soprano Antonella PIanezzola con la quale inizia un nuovo percorso di studi. In seguito gli presenta il tenore Paolo Barbacini e il suo gemello Maurizio Barbacini, acclamato direttore d’orchestra, che ad oggi lo segue nel perfezionamento vocale e nella preparazione musicale. Il canto di Lora ci riporta ai tempi del grande Enrico Caruso e i suoi acuti squillano con potenza e timbro scuro da tenore eroico.

Dicono di lui: "la naturalezza del suo splendido registro acuto mi emoziona a tal punto da predirgli uno straordinario futuro. (M° Maurizio Barbacini direttore d’orchestra), la meraviglia in un registro acuto, per affermare che le grandi emozioni vivono nella voce del tenore!! (Nicola Martinucci tenore), è dotato di una grande voce, ha studiato in modo diligente con tutto questo non è difficile predirgli un luminoso futuro (Kristian Johanson tenore), con questa straordinaria natura, il ruolo del grande tenore gli appartiene. (Paolo Barbacini tenore).

Alessandro Lora ha debuttato di recente a Vienna presentando in anteprima mondiale il suo primo cd "Hommage a Caruso" ha cantato poi nella vicina Schio al "Galà della lirica" dove ha ripetuto a gran voce il suo cavallo di battaglia "Nessun dorma" per ben due volte riscuotendo 6 minuti di applausi. Successivamente ha cantato a Budapest al Galà di apertura degli Mtv Music Awards e di recente ha eseguito una serie di 8 concerti diretti dal maestro Diego Basso dividendo il palco con Roby Facchinetti e Giò di Tonno. Prossimamente...L'America.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'erede di Caruso è vicentino: il tenore Alessandro Lora

VicenzaToday è in caricamento