menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aiutante di Babbo Natale, 3600 sorrisi hanno sconvolto due vallate e non solo

Cristiana Dalla Fina, guida ambientale escursionista scledense ha deciso di far partire il progetto prendendo spunto dall'iniziativa nata in Alsazia

L'iniziativa Aiutante di Babbo Natale, è un progetto di solidarietà nato per dare un po' di gioia ai più bisognosi, regalando dei pacchi dono confezionati seguendo delle semplici regole: una cosa calda, un passatempo, una cosa golosa, un prodotto di bellezza ed un biglietto gentile.

Destinatari sono le realtà del terzo settore che operano a sostegno delle persone in difficoltà. Tra cui Centro Aiuto alla Vita di Arzignano, San Vincenzo di Vicenza, Gruppo Polis di Padova e famiglie di bisognosi seguiti dai piccoli Comuni e altre associazioni del territorio. 

Idea che proviene dall'Alsazia, esportata dapprima a Milano e poi: "Mi è piaciuta subito. Non c'ho pensato più di tanto, forse la follia è stata proprio in questo. Ho deciso di mettermi in moto per diffonderla anche nell'Altovicentino e siamo stati letteralmente travolti. Non m'aspettavo diventasse virale, anzi, ne fosse uscito un flop, pensavo di portare solamente i miei pacchi" spiega Cristiana Dalla Fina, guida ambientale escursionista scledense che ha deciso di far partire il progetto. "Nell'arco di soli quindici giorni invece abbiamo raccolto all'incirca 3600 doni".

L'idea è stata diffusa anche nella vallata dell'Agno grazie al supporto di Anna Sartori, consigliere comunale di Arzignano che ha attivato e messo a disposizione un punto raccolta presso il Centro Aiuto alla Vita e di Silvia Visonà che ha coinvolto il Comune di Valdagno e il Progetto Giovani della Parrocchia a Ponte dei Nori.

Hanno fatto la sua parte anche Isabella Ancona, guida GAE organizzando un'escursione sui Colli Euganei con raccolta pacchi finale e Paola Zanella, altra collega GAE coinvolgendo l'SOS Alta Padovana ODV per la zona di Fontaniva che hanno messo a disposizione dei cittadini i propri spazi come punto raccolta e smistamento.

Tante poi le realtà locali: negozi, bar, aziende, educatori, rappresentanti d'istituto, mamme, gruppi scout, acr o di catechismo che si sono dati da fare e resi disponibili diventando così a loro volta dei veri e propri Aiutanti di Babbo Natale.

"Siamo arrivati fino al paesino di Anghebeni in Vallarsa, chiamate anche da Bolzano e Venezia-Mestre. Azioni concrete e comunità presenti. Questo è fare rete nel web ma soprattutto sul territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

La pasta in bianco fa ingrassare? Scopri la verità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

  • Attualità

    Vaccini, «Il Veneto troppo indietro nelle somministrazioni»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento