rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
VicenzaToday

Al ct vicenza vince la veronese sveva zerpelloni dello scaligero sulla trevigiana Iosio

Domenica alle 11 la finale maschile sarà tra il padovano Umberto Ciato ed il riminese Sevan Bottari.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VicenzaToday

Al Circolo tennis Vicenza di Strada Sant’Antonino calato il sipario sull’unica tappa veneta del Super Next Generation di Tennis. Nel draw rosa diretto da Alberto Bovone del club presieduto da Gianfranco Geremia, Fabio Giaretta e Nicola Curti hanno assegnato la vittoria a Sveva Zerpelloni. La veronese si è imposta nella finale appena conclusasi, in due set sulla giocatrice trevigiana Nicole Iosio. Il risultato 6/2 6/4 rispecchia lo spessore dell’incontro, sempre giocato ad ottimi ritmi, pregevoli scambi, e sempre conclusi in favore della giocatrice dello Scaligero. Terzo posto quindi per la forlivese Chiara Bartoli exaequo con la vicentina Caterina Novello. In evidenza nel main draw l’under 16 Carolina Dibenedetto altra giovane player di casa che dopo due vittorie di spessore è andata ad impegnare la finalista per 7/6 7/5. Buona prova anche per l’under 16 rodigina Carolina De Poli, arrivata anche lei dalle qualificazioni da 3.1, ha regolato due giocatrici di seconda categoria. Importante la valenza della manifestazione perché la vincente in questo caso Zerpelloni potrà fruire della wild card federale ad un Itf che si svolgerà nel territorio nazionale. Carta importante questa per chi è abituato a risalire la china dalle qualificazioni che la tennista veronese conosce molto bene. Wild card per le qualificazioni per la Iosio che potrà mettersi in evidenza in competizioni internazionali. Le wild card negli Itf vengono date sia dal circolo organizzatore che dal settore tecnico nazionale della Fit. Questo circuito è stato promosso proprio dal Settore tecnico nazionale per favorire gli incontri tra under 16 ed under 18 e per loro 3 le possibilità zonali di macroarea per potervici partecipare. E’ proprio la prima edizione di questo circuito, una formula molto buona, per far avvicinare i giovani alle esperienze internazionali. A questo circuito diviso a macroaree vi possono partecipare solo i tennisti di società con sedi in Veneto, Trentino e Alto Adige, Emilia Romagna e Friuli. La prossima ultima tappa si terrà a Merano dal 19/6. In quella precedente tenutasi a Sassuolo, sono andate a punti la forlivese Chiara Bartoli, la parmense Irene Riva ed Emma Tancredi del Tc Padova. Presso i Comunali di Via Monte Zebio erano 118 i giovani in lizza nel maschile diretto da Enrico Zen con la supervisione di Cesare Marsili. Nel primo incontro di semifinale andato in scena alle 14 c’erano di fronte Umberto Ciato del Tc Padova ed il 2.8 forlivese Alex Guidi. Il giudice di sedia Paolo Ledda di Arcugnano, ha assegnato la vittoria al patavino Ciato, che ha vinto il match combattuto al terzo set con il risultato 5/7 7/6 6/2. L’altra semifinale maschile in programma per le 15.30 vedeva in lizza l’unico sopravvissuto di terza, il 3.1 riminese Sevan Bottari con il giocatore di casa Tommaso Stimamiglio. Purtroppo per il pubblico di casa vince il riminese Bottari. Bella partita avvincente, due ore di bel gioco senza esclusione di colpi. Finita per 6/4 7/5 e punti comunque preziosi per il vicentino che ha la possibilità di entrare nell classifica del circuito. Domenica alle 11 la finale sarà Umberto Ciato e Sevan Bottari. Competizioni aperte al pubblico con accesso a quelli muniti di Supergreen pass.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al ct vicenza vince la veronese sveva zerpelloni dello scaligero sulla trevigiana Iosio

VicenzaToday è in caricamento