Nada l’eterna ragazza al Social Fest

Nada è un'icona della musica italiana che ha saputo sempre rimanere attuale. Il suo concerto è un viaggio nell'animo femminile con un tocco di selvaggia grazia. Ieri sera per Abilitante Social Fest della Cooperativa Piano Infinito alla Fattoria Massignan è stato un successo con tantissime persone che applaudivano, ballavano e i ragazzi diversamente abili impegnati nello staff sorridenti e felici

Le piume del corsetto danzano frenetiche seguendo le note delle canzoni di Nada, che ieri sera ha deliziato i numerosi spettatori accorsi alla Fattoria Massignan di Brendola. Il concerto di Nada è un rito che comincia con il respiro lieve delle canzoni nuove e finisce in ballo sulle note del bis “Ma che freddo fa” che l’ha resa famosa.  E in coro tutti cantano: “ Basterebbe una carezza per un cuore di ragazza…”. La chiusura è un brano solo voce molto toccante. Nada è una grande, non solo musicista, ma anche scrittrice e donna di sensibilità, il suo show parla al cuore, ai sentimenti con una voce forte rimasta bambina.

Porta il nome di una zingara che le aveva previsto un futuro raggiante mentre era nel grembo della madre, a cui dedica una canzone pacificatoria dopo anni di ribellione. Proprio alla madre Nada deve la sua carriera, che sebbene povera, voleva la realizzazione in ambito musicale della sua ragazzina un po' selvaggia, al punto da trovare un insegnante di canto livornese disposto a farsi retribuire in polli. Fu scoperta giovanissima e a 15 anni debutta a Sanremo con Che Freddo Fa, un successo inaspettato, dirompente e vissuto con difficoltà.

Ma il tempo non è passato invano e questa che vediamo sul palco è una donna compiuta che tocca una vasta platea di spettatori, da quelli seduti che la conoscono dagli esordi e con le sue canzoni hanno vissuto la giovinezza, alle numerose ragazze che ballano e l’hanno scoperta per la serie tv The Youg Pope che ha ripreso la sua bellissima "Senza un Perchè". Nada è la parte migliore della musica italiana. E anche ieri sera è stato un successo perchè lei è rimasta una bambina selvaggia.

Oltre il concerto: anche il contesto ha la sua importanza

Il concerto è organizzato dalla coop. Piano Infinito e si è svolto nel verde della Fattoria Massignan di Brendola. E' stato bellissimo vedere tanti ragazzi diversamente abili con un sorriso stupendo impegnati nello staff. Spiega Pino, il presidente di Piano Infinito:”Grazie a Nada e a tutti gli artisti che vengono qui e accettano un cachet ridotto e appena arrivano capiscono i valori di Abilitante Social Fest.
Siamo in un posto inclusivo, con tante attività, la Fattoria è

  • maneggio per la riabilitazione dei disabili,
  • si fa pet therapy,
  • ortocultura
  • e lavori di campagna,

ma sempre con lo spirito giusto: far stare bene la persona.

Piano Infinito si occupa di disabilità da 20 anni è socio della Fattoria e usiamo questi spazi che ben si prestano per la nostra festa. Sette anni fa abbiamo realizzato la prima edizione per aprirci all’esterno per stare con chi come noi ritiene importanti alcuni valori come l’accettazione di chi è differente, avere un handicap fisico e mentale non ti rende meno umano.”

Ci tengo a dire che:”che questa è una festa identitaria, accogliente, di inclusione, dove i disabili sono baristi, camerieri, si occupano degli artisti, sono protagonisti."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nada intensa-2Nada palco-2Nada rabbia-2Nada sala-2nada sorriso-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio ditta stoccaggio rifiuti speciali: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

  • Covid-19, 601 casi in più: "Nessuna escalation, sono arrivati gli esiti", altri 119 nel Vicentino

  • Gravissimo fatto di sangue, accoltellata una donna: è in ospedale in condizioni critiche

  • Coronavirus, da lunedì i cittadini possono richiedere i buoni spesa: ecco come fare

  • Ospedale chiuso per Coronavirus, il bambino nasce al pronto soccorso grazie all'ostetrica

  • Covid-19, 11698 veneti positivi: 1715 nel Vicentino, 4 i decessi all'ospedale di Santorso

Torna su
VicenzaToday è in caricamento