Virtus Verona - FC Arzignano Valchiampo: 2-0

Terminata l'avventura in Coppa Italia, ora testa al campionato: domenica prossima al Menti arriva il Piacenza

Mister Colombo

Dopo il successo sul Modena ai giallocelesti bastava anche un pareggio per qualificarsi al tabellone principale, ma invece al “Gavagnin-Nocini” arriva la sconfitta per 2-0: apre Pellacani ad inizio partita, chiude Lupoli nel finale, con l’Arzignano in dieci uomini dall’inizio del secondo tempo per l’espulsione di Pasqualoni per doppio giallo.

Termina l’avventura dell’Arzignano Valchiampo nella Coppa Italia di Serie C 2019-20. Al “Gavagnin-Nocini” di Verona, infatti, ai giallocelesti bastava anche solo un pareggio per passare il turno, ma a vincere e guadagnarsi il tabellone principale è stata la Virtus Verona, che davanti ai propri tifosi si è imposta per 2-0 con un gol per tempo. Subito sotto con la rete lampo di Pellacani, i giallocelesti hanno pagato a caro prezzo soprattutto l’espulsione ad inizio ripresa di Pasqualoni, in un momento della gara che sotto il piano del gioco stava divenendo favorevole agli uomini di Colombo, e nel finale hanno poi subito il freddo raddoppio a firma di Lupoli. 

SCELTE - Mister Colombo, come ampiamente preannunciato, opera diversi cambi rispetto alla partita col Modena. Sempre out per infortunio Bigolin e Ferrara, negli undici iniziali trovano invece posto Hoxha, Casini e Anastasia al posto di Perretta, Balestrero e Rocco, che si accomodano per il momento in panchina.  

PRIMO TEMPO – Parte forte la squadra di casa. Prima occasione per la Virtus all'8', ma Tosi alza sopra la traversa. Padroni di casa che premono sul pedale dell’acceleratore e al 10’ trovano la rete del vantaggio con Pellacani, abile a sfruttare un perfetto uno-due con il compagno di reparto Magrassi e infilare di precisione un incolpevole Tosi: 1-0. Poi ancora protagonista il portiere gialloceleste che salva sullo stesso Magrassi. Per l'Arzignano ci prova Maldonado, il più pericoloso e positivo, prima con una botta da fuori area finita alta di pochissimo, e poi con una punizione deviata in angolo da Sibi. È partita viva, con un ritmo interessante, nonostante il caldo torrido.

RIPRESA – Si va alla ripresa, con l’Arzignano che prova a rientrare in partita, ma al 7’ il tiro cross di Tazza termina fuori di poco. Al 12’ Tosi si esalta, deviando in corner un pericoloso calcio di punizione avversario, ma poco dopo arriva un episodio chiave del match: Pasqualoni, già ammonito, tocca Lupoli vicino alla propria area e si guadagna il secondo cartellino giallo. L’Arzignano prova a rimettere la situazione in parità, ma a cinque minuti dallo scadere è la Virtus a chiudere la partita: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Tosi respinge un tiro da fuori area di Onescu, ma Lupoli è il più lesto ad insaccare sulla sua ribattuta. 

VITTORIA – Finisce dunque con il successo dei padroni di casa, che in virtù di questo risultato scavalcano i giallocelesti nella graduatoria del Girone F e passano il turno. Termina qui invece la corsa dell’Arzignano Valchiampo, che ora dovrà iniziare a concentrarsi sull’impegnativo debutto in campionato: domenica 25 agosto al “Menti” arriva il quotato Piacenza.

VIRTUS VERONA - ARZIGNANO VALCHIAMPO 2-0 (pt 1-0)

Virtus Verona (4-3-1-2): Sibi; Lavagnoli, Curto, Sirignano (24'st Rossi), Manfrin (33'st Gasperi); Casarotto, Pellacani (33'st Pinton), Onescu; Manarin (24'st Danieli); Magrassi (41'pt Lupoli), Odogwu. All. Fresco.

Arzignano (4-3-3): Tosi; Tazza, Pasqualoni, Bachini, Barzaghi; Hoxha (15'st Bozzatto), Maldonado (25'st Antoniazzi), Casini; Pattarello (25'st Cavaliere), Cais (15'st Rocco), Anastasia (9'pt Perretta). All. Colombo.

Arbitro: Giordano di Novara.

Reti. Pt: 10' Pellacani (V); st: 40' Lupoli (V).

Note. Angoli: pt 1-1; st 1-1. Recupero: pt 3', st 3'. Ammoniti: Sirignano, Casarotto, Lupoli, Gasperi (V); espulso al 12'st Pasqualoni (A).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici in casa? Ecco come allontanarle subito

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

  • Inciampa e parte un colpo di fucile: muore cacciatore

Torna su
VicenzaToday è in caricamento