Verso LR Vicenza - Gubbio: la legge del Menti per scacciare il lupo

Qualche riflessione sulla partita in programma domenica alle 16.30 e sui play off

Alla vigilia di Vicenza-Gubbio, voler fare previsioni sensate sull’esito finale della corsa play off dei biancorossi sarebbe un po’ come giocare al SuperEnalotto. Magari qualche euro lo scommetterei lo stesso sul mantenimento della griglia che garantisce l’accesso agli spareggi, ma non andrei oltre, azzardando un pronostico sulla posizione effettiva del Lane che al momento, ricordiamolo, occupa la nona delle 10 piazze utili alla extra season.

Ci possiamo invece divertire ad immaginare quali sarebbero gli avversari più graditi nella lotteria conclusiva, ma qui diventa, come potete ben immaginare, un esercizio divertente ma privo di altro significato. Primo, perché ci sono ancora 12 punti in palio, che potrebbero stravolgere l’ordine dei posti o addirittura far uscire qualche squadra per promuoverne altre attualmente escluse. Secondo perché i calcoli devono tener conto delle classifiche avulse e dei risultati di Coppa Italia.

Il regolamento

Quest’anno le promozioni dal Campionato Serie C sono aumentate da quattro a cinque e saranno regolate secondo le seguenti formule:
a) la squadra classificata al primo posto di ciascuno dei tre gironi di Serie C è promossa direttamente in Serie B (e, per quanto riguarda il nostro girone, dovrebbe toccare al Pordenone, che per sciupare l’occasione dovrebbe mangiarsi 7/8 punti in quattro partite);
b) sono promosse inoltre, come quarta e quinta squadra, le due vincitrici dei Play Off. Alla Prima Fase Play Off del girone accedono le 21 squadre classificate dal quarto al decimo posto di ciascun girone. Essa si svolgerà attraverso la disputa di un doppio turno a gara unica ospitata dalla squadra meglio classificata al termine della regular season.

Al primo turno di Play Off del girone le 18 squadre classificate dal quinto al decimo posto si affrontano, in gara unica, secondo il seguente criterio:
1) la squadra quinta classificata affronterà la squadra decima classificata del medesimo girone;
2) la squadra sesta classificata affronterà la squadra nona classificata del medesimo girone;
3) la squadra settima classificata affronterà la squadra ottava classificata del medesimo girone. Le squadre vincenti avranno accesso al secondo turno. In caso di parità al termine dei 90’ regolamentari di play off, avrà accesso al Secondo Turno la squadra meglio classificata al termine della regular season. Nell’ipotesi in cui la vincitrice di Coppa Italia Serie C (che nel nostro caso potrebbe essere il Monza) si sia classificata al 5° o al 6°, o al 7° o all’ 8° o 9° o 10° posto, avrà accesso ai Play Off del girone – in via del tutto eccezionale – la squadra classificatasi all’11° posto del girone di competenza, con scorrimento della classifica delle altre contendenti. Un regolamento un po’ complicato, come vedete.

La lotteria degli avversari

Ma torniamo al divertissement iniziale: quali sarebbe meglio trovare come avversari? Volendo dividere le formazioni in lizza in due gruppi, quello dei meno graditi e quello degli augurabili, nel secondo elenco metterei in testa proprio il Monza, che il Vicenza affronterebbe con gli occhi di tigre e tutta la rabbia sportiva che ancora brucia dopo l’ingiusta eliminazione nel doppio turno di semifinale.

Feralpi Salò e SudTirol sono due ottime squadre, ma nei confronti diretti sin qui disputati né l’una né l’altra sono sembrate fuori portata. Anche Ravenna e Fermana, outsider della stagione, sembrerebbero avversari alla portata del Vicenza. Sarebbe invece consigliabile evitare, almeno inizialmente, la Triestina (scoglio tradizionalmente ostico per i berici, soprattutto negli spareggi), la Sambenedettese (che sono in molti a giudicare in ascesa e che ha un organico di primordine) e ci metterei anche l’Imolese, che pur non avendo gran Palmares, in campionato non abbiamo mai battuto.

Il Gubbio

Accantonato il gioco del toto playoff, concentriamoci però sulla gara di domenica contro l’undici del Lupo. La statistica dice Vicenza: l’anno scorso al Menti fu un sonoro 3-0 con doppietta di De Giorgio, espulsione di Pedrelli e gol finale di testa di Alimi. Gli umbri dovranno fare a meno di Maccaccari, infortunato a Trieste e del lungodegente Piccinni. Quanto ai padroni di casa, che non hanno giocatori fermati dal giudice sportivo, vista la tipologia di gara, è possibile che Colella torni a consegnare il suo posto a Pasini, lasciato a riposo la settimana scorsa e dia spazio anche a Zarpellon, apparso in ripresa al suo rientro in campo. Visto lo stato di forma non eccellente di Arma, è anche possibile ipotizzare un ballottaggio del bomber con Maistrello, a far coppia d’attacco con Simone Guerra. Arbitrerà l’incontro il signor Francesco Carrione della sezione di Castellammare di Stabia, con inizio alle ore 16.30.

Potrebbe interessarti

  • Scopri come igienizzare la lavatrice, con il caldo è una operazione da fare

  • Scopri i top 4 agriturismo per l'estate a Vicenza: freschi, per bambini, con buona cucina

  • Drunken Duck: ecco l'accusa

  • Come allontanare gli scarafaggi: rimedi efficaci

I più letti della settimana

  • Scopri come igienizzare la lavatrice, con il caldo è una operazione da fare

  • Tragedia all'alba: 17enne trovata senza vita dai genitori

  • Allarme climatico per il caldo torrido: picco a 40 gradi

  • Malore fatale in bici: ciclista perde la vita

  • Tragedia sulla Valdastico: operaio muore investito da un tir

  • In arrivo il caldo estremo: anziani e bimbi a rischio

Torna su
VicenzaToday è in caricamento