Vicenza, Baldini scrive ai tifosi biancorossi: ecco la lettera

Il testo integrale scritto dal mister "poeta" nella tormentata notte dopo la sconfitta con il Torino: "Non riuscivo a dormire, sono tornato al Menti deserto" e cita Lucio Dalla e Odissea. Da pelle d'oca

Baldini, il mister poeta

Gentilissimi,

l'attestato di stima partecipato da tutti Voi presenti in Sala Stampa, nell'immediato dopogara contro il Torino, pur nell'amarezza della sconfitta, mi ha gratificato e trasfuso ulteriori ed importanti stimoli per quella immediata risalita da Tutti attesa.

In sala stampa e prima ancora, al momento della mia espulsione, ho riconosciuto rispetto ed apprezzamento anche nell'insuccesso così com'è accaduto in sorte a Noi. Di questo sono grato a Tutti i Tifosi Vicentini. Finita la partita ho preso la strada di casa.

Non riuscivo a dormire. Sono tornato allora al Menti deserto. Ho "rivisto" la partita ma, soprattutto, ho pensato ai Tifosi e alla storia del "Lane", ai due Palloni d'oro, a quel maestro di Calcio che è stato Gibì Fabbri, a Guidolin vincitore di una Coppa Italia. Poi mi è venuto in mente il verso di una canzone che Lucio Dalla ha dedicato a quel grande campione che era Ayrton Senna e che gli fa dire "Ho capito che un vincitore vale quanto un vinto" (e Lui era il più Grande).

Tutto ciò ha un significato. Attribuire l'insuccesso al vinto non è corretto. Il giudizio, infatti, non è sempre collegato al risultato sportivo, ma la sconfitta è il più delle volte frutto della Nostra arrendevolezza e passività. Solo il Popolo Sportivo può riconoscere la capacità di lottare per vincere e così annullare l'abisso tra Vinto e Vincitore.Questo è accaduto ieri sera contro il Torino. Se allora anche i Nostri giocatori avranno compreso questo messaggio del Popolo Vicentino saranno in grado di compiere quel salto di qualità che esso attende da Noi.

E così, infine, anch'io cerco di salire in cattedra dal momento che un professore del calcio (così dice) Ci ha sconfitto. Nei libri antichi è scritta la saggezza, diceva qualcuno, e allora ricordo Ulisse umiliato nella Sua casa "Sopporta o cuore, e persevera che ben più sopportasti".

E, poi, sappiamo Tutti come finì.

A tutti coloro che amano il Vicenza.

Silvio Baldini

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Investita sulle strisce: 21enne in Rianimazione

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Cade dalla finestra: gravissima una donna

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento