Stravicenza: primato personale per il vicentino Furlani

Grande partecipazione alla "half marathon" di sabato con 800 atleti che hanno corso sulle strade beriche

Furlani e Avon - Foto Turria

Stefano Furlani vittorioso sulle strade beriche. Ha deciso all'ultimo di parteciparvi e la scelta è stata azzeccata dato che il portacolori dell'AV Brazzale si è aggiudicato il successo in 1h09'07 della sesta edizione della “StraVicenza 21 km- Trofeo Cemes- Salute Group, Half Marathon”, che si è disputata nella mattinata di ieri.

Una temperatura più mite della passata edizione ha permesso agli 800 concorrenti al via di ottenere buone prestazioni a livello cronometrico e di realizzare il personale come i due vincitori, il vicentino Furlani e la bresciana Lia Tavelli (Atletica Lonato) al successo della prova femminile in 1h21'19. La partenza della gara è avvenuta nella splendida cornice di Piazza dei Signori mentre l'arrivo è stato collocato a Piazza Matteotti. Il tracciato 2019 è stato modificato nella prima parte con i primi quattro chilometri che hanno interessato il centro storico prima di dirigersi verso la Riviera Berica, con vista sulla Rotonda, fino al Ponte di Debba per poi rientrare verso il centro attraverso località Casale. La gara maschile ha visto il formarsi di un duo di testa con il trevigiano Diego Avon (Tornado), vincitore nel 2016 e nel 2017, e il vicentino Stefano Furlani a seguire il battistrada.

I due atleti sono transitati insieme al decimo chilometro con un passaggio in 32'29, seguiti, con un ritardo di oltre trenta secondi, dal trevigiano Roberto Graziotto. Poco dopo metà gara Avon è costretto a rallentare non riuscendo più a mantenere il ritmo e nella seconda parte recuperano posizioni il marocchino Said Elbaazouzi (Raja Club), secondo al traguardo in 1h10'30, migliorando il tempo ottenuto alla mezza maratona di Verona, e il trentino Emanuele Franceschini (Quercia Rovereto), a completare il podio in 1h11”22. Quarto Graziotto (Tornado) in 1h11'44 e quinto Avon (Tornado) in 1h12'03. La prova femminile vede protagonista la bresciana Lia Tavelli (Atl. Lonato) che si pone subito al comando della gara con un passaggio in 38'03 al decimo chilometro con una trentina di secondi sull'atleta di Rotzo, Marta Fabris (Km Sport) e di un minuto sulla thienese Maurizia Cunico (Atl. Casone Noceto), già prima nell'edizione inaugurale del 2014 e reduce dalla maratona di Firenze.

La classifica resta invariata fino al traguardo con Tavelli che si migliora fino a 1h21'19 seguita da Fabris, al nuovo primato di 1h22'52, e da Cunico, terza in 1h23'00. Appena fuori dal podio la vicentina Giulia Merola (1h23'42), da due anni trasferitosi per lavoro a Cesano Maderno. In gara anche il malesiano  Yik Ming Wong che ha disputato la sua prima gara in Italia nel corso di un viaggio in compagnia della moglie. Tra i suoi souvenir ci sarà anche la medaglia di finisher della mezza maratona di Vicenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Previsioni meteo per la settimana, arriva l'inverno: temperature sotto zero

  • Camilla non ce l'ha fatta, dopo dieci giorni di agonia la 19enne è morta

  • Malore fatale sul posto di lavoro: giovane papà di due bambini perde la vita

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Terribile schianto fra tre auto: due conducenti feriti

  • Frontale alle prime luci dell'alba: auto impatta contro una recinzione e finisce nel fosso

Torna su
VicenzaToday è in caricamento