Serie B Il punto sulla 31a giornata: Vicenza e Salernitana sempre più giù, crisi Pescara

E' un periodo negativo per il Vicenza che perde la seconda partita di fila. Male anche Salernitana, Ascoli e Modena nella lotta salvezza. Crisi nera per il Pescara: per la lotta play-off sorridono Novara, Cesena e Spezia

Vicenza-Ternana (Fonte: Serie B)

Nel calcio di oggi, le variabili da tener conto sono tante: la preparazione atletica, quella mentale, quella tattica, le condizioni atmosferiche e del campo, la forza tecnica dell’avversario di turno, l’arbitro e la fortuna. Soprattutto la fortuna, nel gioco del calcio, è fondamentale per far sì che si riescano ad ottenere gli obiettivi che ci si è posti ad inizio stagione.

Una squadra può preparare una partita bene quanto vuole ma, senza quel briciolo di fortuna durante la partita, il massimo risultato a disposizione non sempre riesce a portarlo a casa. E’ il caso, ad esempio, del Vicenza di Pasquale Marino che, anche nella trentunesima giornata di Serie B, seppur ha dato dimostrazione di saper giocare un buon calcio, non è riuscito né a vincere né a pareggiare contro il Trapani. La traversa presa da Raicevic all’80’ grida ancora “vendetta”. Con quel gol, i biancorossi avrebbero pareggiato i conti ai gol di Citro e Coronado e non avrebbero vanificato il primo gol in stagione di Brighenti.

Nella lotta per non retrocedere, chi è sembrato troppo maldestro nella trentunesima giornata di Serie B, è la Salernitana di Menichini. Dopo uno scialbo primo tempo terminato 0 a 0, i campani subiscono tre gol dal Lanciano che si aggiudica così lo scontro salvezza. A nulla è servito il gol del momentaneo pareggio di Donnarumma al 74’.

Ad evidenziare tutti i suoi limiti tecnici e mentali, oltre alla Salernitana, è anche il Como di Festa. Dopo aver concluso il primo tempo in vantaggio per uno a zero (rete di Bessa al 35’), la squadra lombarda è riuscita a farsi recuperare e poi superare da un cinico Cesena nel secondo tempo, grazie ai gol di Perico (65’), Djuric (66’) e Rosseti (93’).

Ad aver perso la grande occasione di potersi allontanare dalla zona play-out è l’Ascoli. La squadra di Mangia, dopo aver concluso il primo tempo contro l’Avellino 3 a 2, nei secondi 45’ si fa recuperare dalla squadra bianco verde grazie ad due splendidi gol di Insigne (63’) e Castaldo (89’), perdendo così per 3 a 4.

La trentunesima giornata di Serie B, non sorride neanche alla Pro Vercelli. Infatti, con la sconfitta per 6 a 2 rimediata al ‘San Nicola’ di Bari sabato pomeriggio, la squadra di Foscarini pone fine alla sua mini serie positiva di 3 partite (2 pareggi ed 1 vittoria). Il risultato ottenuto sabato dai pugliesi, consente a Camplone di archiviare la sconfitta esterna con la Virtus Entella di due settimane fa, e gli consente di confermare una certa solidità tra le mura amiche.

Bessa Como-2A compiere un leggero passo in avanti nella lotta per non retrocedere, considerando l’avversario che aveva di fronte ed il periodo da cui veniva, il pareggio interno ottenuto dal Livorno contro la Virtus Entella è un ottimo risultato per i toscani. Chi non ottiene un ottimo risultato è invece il Modena di Crespo che, in casa dello Spezia,perde due a zero grazie alle reti di  Calaiò (24’) e di  Sciaudone (53’). Per la squadra di Di Carlo invece, la vittoria esterna di Ascoli, significa quinto posto e quota 50 punti in classifica. Nell’ultimo scontro salvezza della trentunesima giornata di Serie B, Ternana e Latina decidono di non farsi del male, non andando oltre lo 0 a 0.

La trentunesima giornata di Serie B è risultata particolarmente interessante anche per il discorso play-off. Aspettando il risultato di stasera del Cagliari contro il Perugia, al di là dei buoni risultati ottenuti da Spezia e Cesena, le partite che hanno più colpito, in maniera negativa, sono quelle del Pescara e del Crotone. Infatti, se da un lato c’è un Pescara che, con la sconfitta di sabato pomeriggio contro il Novara, porta a sei la sua serie negativa; dall’altro lato c’è il Crotone di Juric che fallisce la grande occasione di allontanare il Cagliari, andando a perdere per tre a zero contro il Brescia.

Dopo questo turno di campionato, cambia sensibilmente anche la classifica marcatori: l’attaccante del Pescara Lapadula, rimane sempre al primo posto con 17 reti. Stesso discorso per Budimir del Crotone e Ganz del Como, che rimangono rispettivamente a 14 ed a 13 gol stagionali Ganz. A quota 12 reti ci sono invece il bomber del Cagliari Farias e Caputo. A quota 11 reti, troviamo Mokulu dell’Avellino ed Evacuo del Novara. Rimane a quota 10 gol il gruppetto di giocatori formato da Geijo, Raicevic, Coda e  Vantaggiato.
 

La trentaduesima giornata di Serie B, si dividerà in quattro giorni. Si apre venerdì alle 20,30 con Virtus Entella-Spezia e si conclude lunedì, sempre alle ore 20,30, con Avellino-Ternana. Sabato alle ore 15 si disputeranno otto partite: Vicenza-Cagliari, Lanciano-Cesena, Latina-Brescia, Modena-Como, Novara-Bari, Perugia-Salernitana, Pro Vercelli-Ascoli, Trapani-Livorno. Domenica pomeriggio alle ore 17,30, invece, si disputerà Crotone-Pescara.

CLASSIFICA

63 Crotone

62 Cagliari*

52 Novara

50 Spezia, Cesena

49 Pescara

48 Brescia, Entella

47 Bari

44 Trapani

43 Avellino

40 Perugia*

37 Ternana

36 Lanciano

35 Ascoli, Modena, Latina

33  Pro Vercelli, Livorno

31 Vicenza

30 Salernitana

23 Como

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave perdita di gpl dal distributore di carburanti: pericolo esplosione

  • Rubano un'auto e si schiantano, un 14enne alla guida: denunciati due minorenni

  • Schianto in A4, grave un anziana: miracolati due bimbi di pochi mesi

  • Operaio trova l'amante nudo a letto, la moglie lo morde: denunciata per violenza domestica

  • Schianto auto-moto sotto al cavalcavia: gravissimo centauro

  • Schianto fra tre auto e un furgone: quattro feriti

Torna su
VicenzaToday è in caricamento