Ravenna-LR VIcenza, il prepartita di Colella: «Chiacchere a zero, parla solo il campo»

Le parole del mister a 270 minuti dal game over e alla vigilia del match di sabato alle 18:30 al Benelli

In un pomeriggio da costume e crema solare e con il pullman che scalda i motori per la trasferta di Ravenna, ecco il Colella/pensiero sulla partita che attende sabato il Lane

LA PREPARAZIONE TECNICA 

«Credo che ormai ci sia poco da dimostrare. Mancano solo tre partite alla fine e quel che dobbiamo fare è evidenziare quei valori positivi che abbiamo espresso, anche se a tratti, sin qui. Abbiamo impostato un certo tipo di lavoro per farci trovare pronti a questo punto della stagione ed infatti il gruppo è tutto disponibile; anzi possiamo dire di non essere mai stati bene come adesso. Spero di non essere smentito dai fatti ma credo davvero che si possano adesso raccogliere i frutti di quanto seminato. Non va dimenticato che diversi giocatori sono arrivati in condizioni approssimative e che è necessario lasciar loro il tempo di ritrovare condizione»

LA SQUADRA

«Di qui in poi cominciano inoltre le giornate più calde e sono convinto che ne trarremo giovamento rispetto ad altre squadre, sia per la tipologia del nostro gioco sia per la struttura fisica del gruppo. Al “Bruno Benelli” dovrò forzatamente fare a meno di Cinelli, che era entrato in un periodo di ottima forma, ma sono pronto sia con Bovo che con altre soluzioni. Zarpellon sta bene, oggi si è allenato regolarmente e quindi ce lo portiamo via. Anche per quanto riguarda la fasce è tutto deciso: darò ancora fiducia a Salviato perché non posso permettermi di perderlo psicologicamente in un momento così delicato della stagione. Insomma, ho già la formazione nella testa, d’altra parte io per carattere non sono uno che decide all’ultimo momento»

IL RAVENNA

«Quanto al Ravenna, si tratta di un avversario temibile, forse la più bella sorpresa del campionato. All’andata ci fece male e quel passo falso coincise con l’inizio dei nostri guai. Ricordo il gran gol di Tommaso Lelj e spererei che quello del jolly pescato al momento giusto sia un ritornello che possa iniziare a favorire anche noi. Dobbiamo rispettare i padroni di casa, senza però temerli oltre misura. Loro stanno davanti in graduatoria e questo vuol dire qualcosa. A questo punto del torneo i valori assoluti non contano più, contano solo i punti fatti: il Ravenna ne ha 53 mentre noi 44. Le chiacchiere dunque stanno a zero. Parlerà solo il campo»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici in casa? Ecco come allontanarle subito

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Violento schianto auto-moto in provincia: centauro in gravi condizioni

  • Inciampa e parte un colpo di fucile: muore cacciatore

Torna su
VicenzaToday è in caricamento