Pordenone-LR Vicenza, mister Colella: "Arma non al top, ma modifichiamo sempre qualcosa..."

Le dichiarazioni del tecnico in vista della difficile trasferta al Bottecchia

Mister, di certo il Pordenone avrà guardato e riguardato la partita che avete giocato a Salò e si guarderà bene dal ripetere gli errori commessi dalla Feralpi. Che tipo di atteggiamento tattico si aspetta domani?

Non penso che faranno un tipo di partita diversa dal solito. Qualche accorgimento lo adotteranno, ma faranno la loro partita. 

I padroni di casa conoscono bene Arma per averlo avuto con loro due anni fa. E’ probabile quindi che adotteranno un trattamento speciale su di lui, in modo da renderlo il più possibile inoffensivo. Bisognerà studiare qualcosa di nuovo, in questo caso?

Noi tutte le settimane cerchiamo di modificare qualcosa, in base alle caratteristiche degli avversari. I giocatori di qualità sono difficili da limitare ma bisogna sempre vedere cosa si è capaci di fare. Arma ha preso una brutta botta, niente di grave, ma, certo, non si è allenato al 100%

Due squadre che non hanno ancora lasciato l’intera posta. Secondo lei, a lungo andare, sarà la preoccupazione di non perdere a condizionare la partita?

Ce la giocheremo entrambe. Poi, oviamente, meglio 1 che 0 ma questo fa parte anche di un discorso di continuità, perchè dobbiamo sempre tenere presente che il campionato è lungo. Sicuramente sia noi che loro scendiamo in campo per i 3 punti. 

Verso il tutto esaurito al Bottecchia: un'altra bella responsabilità

Se le responsabilità son queste e sono reciproche, ben vengano. E' un circolo virtuoso che non può che far bene alla squadra e ai tifosi. Finchè c'è empatia, c'è forza. 

I friulani hanno segnato 8 gol, meglio di voi che siete a 7 e ne hanno subiti 5, meno bene di voi che siete fermi a 3. Hanno qualche significato, questi numeri?

I numeri hanno sempre significato ma bisogna anche guardare alla data del calendario. Mi sembra prestino per certe valutazioni. 

Cosa teme di più del Pordenone?

Niente. E' una squadra forte. L'avversario va rispettato, mai temuto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Schianto tra auto e furgoncino all'ora di pranzo: conducente incastrato tra le lamiere

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • L'influenza è arrivata, tantissimi casi nel vicentino. Come prevenirla

  • Grande fratello vip, le confessioni di Paola Di Benedetto sul fidanzato Federico Rossi

Torna su
VicenzaToday è in caricamento