Vicenza, verso i play off: come funziona il regolamento

Dopo la sconfitta contro il Sudtirol, raggiungere la serie B diretta è diventato obiettivo praticamente impossibile. Si punterà tutto sui playoff cercando di arrivare più in alto possibile. La migliore posizione in classifica tuttavia garantisce l'unico vantaggio del fattore campo

La curva sud in festa

Dopo la sconfitta rimediata a Bolzano contro il Sudtirol, l'obiettivo che realisticamente rimane più perseguibile per i biancorossi è quello di ottenere la posizione migliore in vista dei playoff. Il secondo posto, attualmente occupato dalla Pro Vercelli a quota 43 dista appena quattro punti, (esattamente quanti quelli di penalità che gravano sul Vicenza) ma con lo scontro diretto da giocarsi al Menti, tutto è ancora aperto. Cosa succederà quindi a fine campionato, quando prenderanno il via i playoff?

TUTTO SUL VICENZA CALCIO

A contendersi il secondo posto valido per la cadetteria saranno 8 squadre, quelle classificate dalla seconda alla nona posizione al termine del girone di ritorno. I playoff si disputeranno in tre turni: gara di sola andata, semifinali e finali.

Nella prima giornata, di scena il 18 maggio, si affronteranno le squadre secondo un tabellone tennistico in gara unica sul campo della miglior classificata. Si avranno così 4 incontri: la 2^ contro la 9^, la 3^ contro l’8^, la 4^ contro la 7^ e la 5^ contro la 6^. In caso di parità al termine dei minuti regolamentari verranno disputati due tempi supplementari di 15′ ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore.

Quella dei tiri dal dischetto è una differenza minima, ma fondamentale, rispetto agli anni precedenti o ai playoff della serie B. Con questa eventualità infatti si esaurisce il concetto dell’avere a disposizione “due risultati utili su tre”. Una squadra più in alto in classifica non potrà limitarsi a pareggiare entrambe le partite (o con il conteggio delle reti) perché al termine dei supplementari vi saranno comunque i rigori a decretare chi passerà il turno. Con tale formula viene logicamente ridimensionato il vantaggio della miglior posizione in classifica.

Il regolamento sui rigori si applica a tutte le fasi dei playoff. Dalle 4 sfide iniziali usciranno altrettante squadre che si sfideranno per accedere alla finale. Come recita il regolamento ufficiale infatti le squadre vincenti disputano una gara di andata (prevista per il 21 maggio) e una di ritorno (25 maggio). La gara di andata viene disputata sul campo della squadra in peggior posizione di classifica al termine del campionato. A conclusione delle due gare, in caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità verranno disputati due tempi supplementari di quindici minuti ciascuno ed a seguire, in caso di ulteriore parità, i calci di rigore. Discorso analogo per la finale, sempre in gara di andata (l’1 giugno) e ritorno (8 giugno), che potrà prevedere, in caso di parità al termine degli eventuali supplementari, i calci di rigore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiedo, grigliata che bontà: scopri dove mangiare le migliori del vicentino

  • Calcola il costo del bollo auto 2020: importi e cosa si rischia a non pagarlo

  • Le Sardine invadono piazza Matteotti

  • Tragedia lungo la A1, camionista muore schiacciato dal suo bisonte

  • Operaio schiacciato dal muletto: è grave

  • Frontale tra auto: grave un bimbo di soli due anni, feriti anche i genitori

Torna su
VicenzaToday è in caricamento