Pronti alla galoppata verso il sogno

Si chiude il 2019 ma il Vicenza sta già lavorando per l’anno nuovo

In foto: Renzo Rosso

Poche ore e per il Lane si chiuderà definitivamente questo 2019, passando agli archivi del calcio come 117 prima di lui. Si chiude con un bilancio sostanzialmente positivo, dopo gli orrori delle stagioni precedenti.

La prima parte di questi 365 giorni si è dipanata tra mille problemi, nella transizione tra il Vicenza fallito e il nuovo club rifondato da Renzo Rosso. Si poteva forse far meglio, evitando il licenziamento del tecnico a metà corsa.

Colella non stava certo facendo mirabilie, ma era evidente la difficoltà a far cambiare pelle ad una squadra che restava per molti versi il riciclo del vecchio Bassano in una piazza tanto diversa da quella del Ponte.

La chiamata di Serena al posto dell’allenatore trevigiano non è servita a nulla, se non a dover poi riprendere le fila di un discorso bruscamente interrotto. E così la prima parte del 2019 si è chiusa senza infamia né lode, raggiungendo l’obiettivo minimo che la società aveva chiesto al mister, i play off (sfumati poi inopinatamente nel doppio confronto col Monza).

Dall’estate scorsa, nuova guida in panchina, con Di Carlo fresco dalla serie A e nuovo direttore sportivo, Magalini. Il quale ha costruito per Mimmo il giocattolo che sin qui ha stupito tutti. Il resto è storia di oggi: campioni d’inverno in solitaria, con il solo Carpi a quattro punti e dietro gli altri prestigiosi inseguitori, Regia e Padova su tutti.

In questo periodo natalizio, mentre i giocatori stanno giustamente spaparanzati a Sharm o a Pattaya, da via Schio si batte un colpo, annunciando un nuovo rafforzamento della struttura: anche l’Isola Vicentina si è affiliato ai colori biancorossi, potenziando la rete di relazioni sportive con le realtà del territorio.

E’ arrivato anche l’annuncio del ritiro di preparazione dei giocatori alla ripresa delle gare. Ad ospitare il Lane a partire dal 2 gennaio sarà il Chievo, nella sua struttura alberghiera veronese, in vista di un’amichevole contro la formazione Primavera dei “mussi”. Segnale inequivocabile che il mister non vuol ripartire col freno a mano tirato per sindrome da panettone e prosecco.

All’apertura del 2020 è infatti in calendario un trittico di partitin classifica e infinee mica male. Si parte il 12 con la Fermana in trasferta, quindi dopo una settimana big match al Menti contro la seconda in classifica Carpi e a seguire, il 22, recupero della gara col Modena, nuovamente tra le mura amiche. Un bel menù calcistico, non c’è che dire. Godiamoci dunque i festeggiamenti di fine anno e l’Epifania che ogni festa porta via, prima di rispolverare le sciarpe per una nuova galoppata verso il Sogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore dopo il lavoro: muore barista 46enne

  • La Putana, storia del dolce tipico vicentino

  • Papà di due bimbi muore all'età di 42 anni, dolore e rabbia sui social: "Ciao Japo"

  • Frontale tra due auto, tre feriti: gravissimo un anziano 

  • Centro massaggi a luci rosse: blitz della GdF

  • Droga tra giovanissimi: scoperta serra artigianale in casa, in manette due coinquilini

Torna su
VicenzaToday è in caricamento