L'ultima impresa di Simone Temperato: in bici, su una sola ruota e con gli sci in spalla

"L'impossibile non esiste ancora" è il suo motto e il 42enne di Bassano del Grappa lo interpreta al meglio. Reduce dall'ultima sfida sul lago di Calaita si prepara per l'obiettivo 2017, la scalata dello Zoncolan dal versante più duro

Simone Temperato

Il magico Tempe, questo il suo nome di battaglia, non smette di stupire. Il 42enne di Bassano del Grappa, autore di grandi imprese come la scalata del Grappa al contrario o l'ascesa del passo Giau con mezza bici, forte del suo motto "L’impossibile non esiste ancora", è salito in Trentino, al lago di Calaita, territorio che lui ama molto, e si è cimentato in una nuova impresa.

Con la sua bici senza ruota anteriore, forcella e manubrio, si è caricato gli sci in spalla e ha affrontato le sue amate salite. Per lui è solo un allenamento in vista della prossima sfida: l'ascesa dello Zoncolan dal versante di Ovaro, quello più duro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo passati a rischio elevato, lunedì inaspriremo le regole»

  • Coronavirus, nuovo focolaio nel Vicentino: 4 i casi accertati, massiccio piano di isolamento

  • Nuovi focolai in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Le vacanze si trasformano in tragedia, mamma 44enne muore mentre fa snorkeling

  • Parkour in stazione: 20enne trovato morto sul tetto di un treno

  • Covid-19 alla Laserjet, monta la polemica

Torna su
VicenzaToday è in caricamento