Lane in serie B: storia infinita?

Il punto di Alberto Belloni sulla promozione del Vicenza. Le prospettive sono concrete ma tutto potrebbe cambiare ed essere messa in discussione la proposta avanzata dalla Lega Pro lo scorso 4 maggio

Il consiglio federale Figc

La domanda che rimbalza continua sulla bocca dei tifosi del Lane è sempre quella: “Ma allora possiamo già considerarci in serie B?”. Così come sempre uguale resta la mia risposta: “Meglio aspettare a stappare lo champagne.” Le prospettive sono concrete ma tutto potrebbe cambiare ed essere messa in discussione la proposta avanzata dalla Lega Pro lo scorso 4 maggio.

Come tutti sanno, la sede per concretizzare l’eventuale promozione in B di Monza, Vicenza e Reggina, nonché il criterio della media punti per l’individuazione della quarta, sarà il Consiglio Federale della prossima settimana. Vediamo assieme come funziona e com’è composto il massimo organo della FICG. L’influenza delle singole componenti è diversa, in relazione al valore assoluto degli iscritti. Oltre naturalmente al presidente federale Gravina, la serie A pesa per il 12% (ed è rappresentata dal suo presidente Miccichè, più Lotito e Marotta), la serie B per il 5% (rappresentata dal presidente Balata), la Lega Pro vale il 17% (rappresentanti: il presidente Ghirelli, più Baumgartner e Lo Monaco), il settore Dilettanti il 34% (rappresentanti: il presidente Sibilia, più Montemurro, Frascà, Baretti, Franchi e Acciardi), l’AIC il 20% (presidente Tommasi, più Calcagno, Zambrotta e Sara Gama), l’AIA il 10% e l’AIC il 2%.

La riunione decisiva del CF, prevista per l’8 maggio, è stata rinviata, presumibilmente a dopo l’emanazione del nuovo DPCM, pertanto potrà essere convocata nei giorni immediatamente successivi, forse martedì 19 maggio oppure il 20 o 21. Buona parte delle società rimaste insoddisfatte dalla votazione della Lega Pro, stanno intanto affilando le armi per cercare giustizia attraverso i tribunali. Cosa potrebbe succedere? Le ipotesi sono sostanzialmente tre: 1) la FIGC ratifica la proposta della Lega Pro e quindi Monza, Vicenza, Reggina e Carpi accedono alla Cadetteria (con le nuove regole proposte per le retrocessioni).

Il n. 1 della serie D Sibilia ha già però dato il suo parere negativo all’ipotesi. ; 2) la FIGC accetta il criterio delle prime tre classificate, ma respinge quello della media ponderata dei punti, disponendo un diverso sistema per la scelta della quarta (media diversa oppure play off); 3) la FIGC respinge in toto la proposta della Lega Pro (sancendo quindi l’addio alle aspettative delle tre prime classificate) e stilando una sua proposta alternativa. Difficile che questa proposta possa prevedere la disputa sul campo delle restanti partite in calendario. A renderla un’eventualità non percorribile gli ostacoli di ordine medico, finanziario e di tempistica. Resterebbero dunque in piedi solo l’opzione di una cancellazione totale della stagione (come se non fosse mai stata disputata) oppure il congelamento della situazione in attesa di terminare successivamente il torneo, in un momento in cui il Corona Virus venisse dichiarato non pericoloso (ipotesi, come sappiamo, che gli esperti considerano lontana nel tempo). Bella gatta da pelare, dunque, per il Consiglio Federale, considerando che gli avvocati dei club (Carpi, Bari, Reggiana e non solo) hanno già pronte le scartoffie per contestare qualsiasi decisione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre a tutto questo guazzabuglio, incombe sullo sfondo la burrasca del calcio italiano, che così com’è non può reggere oltre. Si è parlato di una supercategoria a livello europeo, di una serie B a due gironi, di una Lega Pro che scompare per incorporarsi tra i Dilettanti. Il rischio concreto, fuori dal fantacalcio, è che nei campionati 2020/21 alcuni club non possano iscriversi ed altri non reggano l’intera stagione. Quadro fosco. Ma a noi gli scenari rutilanti del calcio milionario interessano fino ad un certo punto. Diteci, piuttosto, se ci si può azzardare a cavar fuori la bandiera del Lane dal cassetto per esporla al balcone con la grande B nera cucita sopra. Capiamo benissimo la delusione di chi potrebbe vedere il proprio destino legato ad un provvedimento amministrativo, ma la superiorità di Mimmo & C. per più di due terzi del cammino agonistico sta tutta nei numeri. In ogni caso, si decida. Non facciamo diventare Storia Infinita questo brutto capitolo del pallone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Eclissi: 5 giugno lo spettacolo della 'Luna delle Fragole'

  • Runner sale sulla cresta, scivola e fa un volo di un centinaio di metri: muore 37enne

  • Schianto tra moto sul Grappa: padre e figlia perdono la vita

  • Le norme per viaggiare in auto ancora in vigore: multe e numero di passeggeri

  • Coronavirus, parla il direttore istituto rianimazione di Padova: «Oggi il Covid è niente»

  • Si tuffa nel corso d'acqua ma non riemerge: inutili i soccorsi, muore 13enne

Torna su
VicenzaToday è in caricamento