LR Vicenza, Ravenna KO: Lo sguardo già verso il derbino 

Di mezzo la fantatrasferta di mercoledì con l’Arzichiampo e la spedizione domenicale a San Benedetto

La vittoria di ieri al Menti contro la sin lì l’imbattuta capolista, proietta il Lane verso il vertice della classifica di hit parade nei pronostici tra i bookmakers. A trarne giovamento, oltre al morale della squadra (un po’ in ribasso dopo l’evitabile passo falso di Piacenza) è mister Di Carlo, del quale erano state contestate alcune scelte operate al Garilli. Stavolta Mimmo ha azzeccato praticamente tutto, percependo la necessità di passare a quattro a centrocampo (dove il Vicenza rischiava di ballare troppo) ed azzeccando i cambi giusti.

Tre punti non immeritati, viste le occasioni da gol da mettere sul piatto della bilancia, ma non una marcia trionfale, come sempre avverrà in questo girone di serie C che nasconde insidie ad ogni angolo. Bella squadra, quella granata. Che è andata vicino al gol nel primo tempo con il palo colto da Faustino Rossi e che fino al riposo ha esercitato una certa supremazia a centrocampo. Poi i biancorossi hanno trovato tempi e misure, evitando il possibile Fort Apache di fine gara. Decisiva, ai fini del buon esito della partita, è stata soprattutto l’assenza di errori individuali in difesa.

Chi ha visto la gara a Piacenza, sa bene che prima del suicidio di Grandi i padroni di casa avevano perso mordente e incisività e che solo gli errori del Lane hanno rimesso in partita gli uomini di Franzini. Stavolta il portiere si è disimpegnato egregiamente e la retroguardia ha finito senza sbavature, laureandosi anche nel tabellino del campionato come miglior pacchetto arretrato dell’intero lotto. Con queste premesse ci si avvia dunque al turno infrasettimanale. Fratricida perché mette di fronte Rigoni & C. ai fratelli dell’Arzichiampo, ringalluzziti dalla prima vittoria in campionato ottenuta in quel di Ravenna grazie alle marcature di Bonalumi e Cais.

Il rischio più grosso di questo incontro, è legato alla possibilità di sottovalutare un avversario che è terzultimo in graduatoria. I valligiani venderanno sicuramente cara la pelle, con la forza dei nervi distesi, che è spesso un’arma formidabile, come sta dimostrando l’incredibile filotto della Virtus Verona. Il Lane deve essere consapevole della forza degli avversari, ma non trascurare l’opportunità di mantenere il passo della capolista Padova (impegnata all’Euganeo in un turno non impossibile contro una Samb in mezza crisi).

La classifica è cortissima. Ben nove squadre divise tra loro da un solo punto ciascuna, dai 22 punti dei patavini ai 15 della Feralpi Salò. In questa giornata, da tenere d’occhio anche Cesena-Sudtirol, Feralpi-Piacenza e la straemiliana Carpi-Modena. Ma gli occhi dei tifosi della Nobile saranno tutti concentrati sul green di via Schio, per un match che per il Vicenza è solo formalmente in trasferta e che ai gialloazzurri finalmente assicurerà un contorno di pubblico da calcio maggiore. Archiviata questa pratica, un turno in trasferta in terra del Tronto e poi il doppio micidiale impegno con il derbino con i biancoscudati e subito dopo col confronto triveneto in quel di Trieste. Ce n’è per tutti i gusti, insomma. Mettetevi comodi…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo, occhi puntati sul Bacchiglione: piena prevista per mezzanotte

  • Contributi fino a 1000 euro per trasformare l'auto in Gpl o metano

  • Fatture false con una società "cartiera": sequestrati 680mila euro a una SpA

  • Pedone investito post tamponamento tra auto: strada chiusa, pesanti disagi sul traffico

  • In escursione su Cima Mandriolo con il cane, l'animale si sporge e precipita nel vuoto

  • Colpo grosso dei ladri in villa: bottino da 270mila euro

Torna su
VicenzaToday è in caricamento