Calciomercato: il Lane comincia a svelarsi

Al raggiungimento dei “Magnifici Sette”, le armi segrete di Magalini e Di Carlo per un Vicenza finalmente competitivo ai vertici della serie C

Al raggiungimento dei “Magnifici Sette”, le armi segrete di Magalini e Di Carlo per un Vicenza finalmente competitivo ai vertici della serie C, dopo Scoppa, Cappelletti e Barlocco ecco arrivate le conferme per i nomi circolati con insistenza: Padella, Emmanuello e probabilmente anche il bomber Marotta. A questo punto, pur mancando alcuni altri tasselli, è possibile cominciare a tentare qualche ragionamento su quello che sarà lo scacchiere complessivo dei biancorossi.

Tra i pali non sono previste operazioni: se la giocheranno Albertazzi e Grandi, con il giovane bolognese impegnato a rosicchiare opportunità al più esperto collega. Nella zona centrale della difesa l’arrivo dell’ex capitano dell’Ascoli configura una coppia Padella/Bizzotto, con Pasini e Bonetto a sostegno. Potrebbe essere tutto, anche perché all’occorrenza là in mezzo si può ricorrere anche a Cappelletti che ha già operato da stopper.

Più complessa la situazione sulle fasce. A destra, l’ex padovano ha più caratteristiche di copertura e occorrerebbe forse disporre di un’alternativa maggiormente versata a spingere. Potrebbe essere Davide Bianchi, se la dirigenza deciderà di dargli fiducia. Il “rosso” ha dimostrato l’anno passato buona gamba e coraggio nel sostenere le azioni d’attacco. Sull’altro versante discorso quasi opposto. Luca Barlocco non disdegna gli inserimenti sulla fascia e necessiterebbe magari di un alter ego con caratteristiche difensive. Il DS del Lane sta già lavorando per trovare l’elemento giusto. Quanto al centrocampo, la fisionomia finale è delineata.

Davanti alla difesa opererà Scoppa, con funzione di regista grazie al suo piede raffinato ma anche di filtro e di maestro dei tempi di gioco. Con lui due mezze ali come Emmanuello e Cinelli, entrambi con esperienza nella serie superiore ed in grado sia di fare legna che di fungere da cerniera con la prima linea. In caso di necessità sono pronti Zonta, fresco di nazionale olimpica e il golden boy Zarpellon, in cerca di consacrazione definitiva, ma l’organico beneficerebbe di un ulteriore sostegno per la fase di interdizione. Da decifrare meglio le prospettive sulla trequarti. Se consideriamo Giacomelli, una mezza punta, il settore sinistro sarebbe di sua competenza incontrastata ma dall’altro lato va chiarita la posizione di Curcio. Resterà oppure è destinato a cambiare area?

Quantunque sia stato confermato Tronco, negli ultimi trenta metri va individuato un giocatore in più, in grado di coprire da vero protagonista il ruolo di Laurenti, promessa mancata della gestione Colella. Circa le punte, il Lane sembra fortemente intenzionato a non cedere alle lusinghe per Guerra, il quale verosimilmente andrà a far coppia con un puntero di nome e di sostanza. Mimmo Di Carlo stravede per l’ex catanese Marotta, il quale aggiungerebbe chili e cattiveria alla velocità e scaltrezza dell’ex capocannoniere della Feralpi Salò.

Come terzo ariete si potrebbe andare su una giovane promessa oppure su un vecchio marpione dotato ancora di motivazioni sufficienti per entrare a caldo e far male. Non è dunque finita la fatica dei cacciatori di teste di via Schio. Senza troppa fretta. Perché il mercato è come la strada per Tipperary. Lunghissimo…

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

Torna su
VicenzaToday è in caricamento