Italia-Spagna 0-0: non basta il tifo del Menti, Azzurre a secco

Finisce in parità la sfida valevole per le qualificazioni mondiali delle calciatrici di Cabrini: due legni colpiti da Gabbiadini e Rosucci e il rigore parato dalla nostra Giuliani congelano l'inutile risultato

L'Italia in azione (foto: figc.it)

Peccato: le Azzurre contro la Spagna ce l’hanno messa tutta e hanno giocato una gara a tratti brillante senza però riuscire a portarsi a casa punti preziosi in chiave Mondiale, quelli della vittoria, e centrando solo un pareggio a reti inviolate che a conti fatti, forse, appare però anche giusto.

PRIMO TEMPO. Si perché in un Menti gremito di tifosi in festa era partita meglio la Spagna. Pablos poteva castigare le “nostre” già nel primo tempo con un generoso rigore concesso dall’arbitro ma tra la palla e la rete c’era Giuliani, numero uno nel vero senso della parola che  neutralizza il tiro dal dischetto. L’Italia ci mette un po’ a carburare, sa che servono i tre punti ed è un po’ contratta (lo testimoniano anche alcune sbavature difensive che potevano costare davvero caro): alla fine l’azione più ghiotta alle Azzurre capita a Gabbiadini che si libera bene al tiro ma trova solo il palo.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa le “Furie rosse” controllano la gara, fino a che le ragazze di Cabrini non producono il calcio che sanno e allora ci pensa la sfortuna a non far entrare la palla nel sacco: Cernoia su punizione sfiora la rete, Rosucci da due passi colpisce la traversa e Bissoli nella stessa azione non riesce a trovare il tap-in vincente. Poco più tardi è Panico tutta sola a deviare di testa a fil di palo. L’ultima occasionissima capita ancora a Rosucci servita da una giocata-mega di Gabbiadini, ma la palla termina in bocca al portiere. Alla Spagna basta il pari, ma alla fine ha anche l’occasione (anzi due) per portarsi in vantaggio ma oggi Giuliani è la migliore in campo e salva almeno il punticino.

IL RAMMARICO DI TUTTINO. Ai nostri microfoni parla Alessia Tuttino, colonna della Nazionale, che esprime tutto il suo rammarico ma resta positiva: "Abbiamo sprecato troppo in certe occasioni, ma anche patito in altre! Comunque guardiamo assolutamente al secondo posto! Un pensiero va al pubblico: sono stati eccezionali!"

GABBIADINI. Melania Gabbiadini, asso della squadra, commenta: "Ci dispiace per il risultato sappiamo cosa comporta, ma nulla è ancora perduto. E' stata una bella partita giocata a viso aperto, forse abbiamo giocato meglio nel secondo tempo...Peccato per le occasioni da gol sprecate".

CABRINI. Il ct Cabrini, infine, ai microfoni Rai commenta amaro: “Le mie ragazze si sono comportate bene, forse sono mancate nei primi 45’ ma potevamo anche vincerla. Credo che possa succedere di tutto per la qualificazione, l’importante è che facciamo più punti possibili. Anche secondi con un buon punteggio ci porterebbe  a fare il torneo a 4 per accedere ai mondiali e lì ce la giocheremo”.

Potrebbe interessarti

  • Scutigera: quante ne avete in casa? Sono da non uccidere!

  • Spiedo, grigliata: che bontà. Scopri le migliori del vicentino

  • Cerchi di rimanere incinta? Il primo passo è l'alimentazione

  • I sintomi, la diagnosi, la terapia per riconoscere e affrontare l’intolleranza al lattosio

I più letti della settimana

  • Dove sono gli autovelox? Te lo dice l'app del cellulare

  • Zecca, Medusa, Zanzara, Cimice, Vespa, Calabrone, Vipera: cosa fare in caso di puntura

  • Intervento miracoloso al San Bortolo: bimba di un anno salvata in extemis 

  • Giovane tenta il suicidio dandosi fuoco nell'auto: il gesto estremo di una 26enne

  • Cade da un albero e batte la testa: 44enne in rianimazione

  • Travolto sulle strisce pedonali: muore anziano

Torna su
VicenzaToday è in caricamento