Arzignano Valchiampo porta a casa un punto prezioso dal "Galli" di Imola

Secondo pareggio consecutivo per i giallocelesti di Colombo che danno continuità al punto col Piacenza, e creano pure diverse chance per portare a casa la vittoria. Domenica prossima si torna al Menti per la sfida al Gubbio

L'FC Arzignano Valchiampo pareggia per 0-0 nella partita valida per la seconda giornata del Campionato di Serie C sul campo dell'Imolese, gioca una prestazione gagliarda e porta a casa un punto meritatissimo. Partita tosta come ci si poteva aspettare, coi ragazzi di Colombo che hanno confermato le buone indicazioni viste col Piacenza, offrendo continuità di risultati e prestazione.

PRIMO TEMPO - L'Arzignano in avvio è ben messo in campo, e dopo 4' c'è subito una grande occasione per Rocco, ma la difesa di casa salva alla disperata. Al 7' si vede per la prima volta l'Imolese, ma la difesa sbroglia con un colpo di testa su un pericoloso cross dalla fascia. Al 10' Arzignano pericoloso con Pattarello, respinge il portiere, ma sulla conseguente ribattuta Maldonado calcia in modo sbilenco. Al 14' Imolese fa venire i brividi a Tosi con una rovesciata che però termina sul fondo. Al 24' proteste per un presunto fallo di mano in area, con Rocco che aveva saltato il diretto marcatore su assist di Cais. Al 31' ancora proteste giallocelesti, con Rocco che tira in porta visibilmente strattonato da un difensore ospite. Al 37' discesa di Tazza, rovesciata di Rocco che mette a lato. Finale di frazione con l'Imolese più pericolosa: al 43' mischia in area gialloceleste salvata in extremis e al 48' chance per l'ex Campodarsego, Vuthaj, che colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo e fa venire i brividi a Tosi e compagni che però si salvano.

SECONDO TEMPO - Pronti via e nella ripresa i giallocelesti partono a razzo con Rocco che al 1' crea le premesse del gol, ma la difesa salva sulla linea. All' 8' pericolo in area vicentina ma Maldonado spazza l'area di rigore. Al 14' occasionissima per l'Arzignano, con Cais e Rocco che sfiorano il vantaggio, ma la difesa sventa. Al 19' ancora Rocco protagonista con un tiro da fuori parato a terra dal portiere. Dal 21' cresce l'Imolese, con il colpo di testa di Checchi che termina di poco a lato. Padroni di casa pericolosissimi al 24' con il 10 che angola troppo e spara a lato. Al 37' un errore del centrocampo gialloceleste mette Padovan nelle condizioni di calciare a rete, ma il tiro è troppo angolato. Ultima chance per l'Arzignano al 40', ma Heatley si fa parare il tiro dal portiere.

TESTA AL GUBBIO - Finisce dunque col secondo pareggio consecutivo a reti inviolate per i giallocelesti, che escono indenni dal "Galli" e portano a casa un punto prezioso per morale e classifica. Ora testa e gambe verso il prossimo impegno, domenica prossima alle 15.00 allo Stadio Menti di Vicenza contro il Gubbio.

LE DICHIARAZIONI DI MISTER COLOMBO: «Abbiamo sofferto, ma creato più dell’avversario»

Il tecnico dei giallocelesti si tiene stretto il punto portato a casa dal “Galli” di Imola, ma gli rimane un pò di rammarico perché con un pizzico di precisione e fortuna in più si poteva pure portare a casa una vittoria

E’ un Alberto Colombo soddisfatto quello che si presenta in conferenza stampa al termine della partita giocata al “Galli” di Imola, che ha portato in dote il secondo pareggio stagionale a reti inviolate.

«Un pizzico di rammarico resta –spiega mister Alberto Colombo- succede spesso in Serie C che la squadra che si difende e riparte alla fine segni qualche gol. Potenzialmente abbiamo avuto più occasioni nitide dell’avversario, con l’Imolese che ha creato molto più di noi ma che alla fine non ci ha mai impensieriti davvero».

La sensazione è che l’Arzignano ora come ora debba giocare con attenzione difensiva. «In questo momento abbiamo la necessità di giocare come abbiamo giocato a Imola: siamo una squadra nuova, che sta piano piano iniziando un percorso. Abbiamo certe caratteristiche, e in questo momento dobbiamo lasciare l’iniziativa all’avversario, per poi aggredire e ripartire».

«Abbiamo subito un po’ troppo l’Imolese, cui devo fare i complimenti. Ci hanno creato qualche difficoltà nelle rotazioni dei centrocampisti. Abbiamo difeso abbastanza bene, abbiamo sofferto, ma alla fine le occasioni migliori le abbiamo costruite noi. Noi dovremo difendere bene, con sacrificio, e dovremo essere pronti ad offendere. Abbiamo portato a casa due punti preziosi, ma dobbiamo ancora migliorare. Certo è che questi punti ci danno serenità».

«La volontà sarebbe quella di poter difendere bene, e avere la personalità di attaccare. In questo momento fatichiamo, quindi dobbiamo concentrarci a far bene la difesa. Noi proviamo sempre a vincere le partite, in una determinata maniera. Ora ci accontentiamo di questi punti. Siamo una matricola e quindi dobbiamo essere consapevoli della nostra dimensione». 

Sul campionato che aspetta i giallocelesti. «Noi sappiamo che dovremo soffrire. Il nostro obiettivo è la salvezza, e quindi per forza dovremo soffrire per ottenerla. Siamo realisti. Cerchiamo di fare al meglio, con spirito di sacrificio, per arrivare a quello che è il nostro obiettivo».

Due parole sull’avversario. «Imolese è stata la squadra che mi aspettavo, con idee chiare e un buon concetto di calcio. Hanno cercato sempre di giocare palla a terra, facendoci muovere per farci male. Non è facile attaccare quando una squadra come noi si difende tutta nella propria metà campo».  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro auto-camion sulla Sp 26: muore una 52enne vicentina

  • Cade dalla finestra: gravissima una donna

  • Vicenza ha i migliori bar: 3 premiati dal Gambero Rosso

  • Saccheggia alcolici al Tosano e aggredisce le guardie: arrestato 45enne

  • Grave infortunio sul lavoro: in fin di vita 78enne schiacciato dal trattore

  • Nubifragio-lampo nel Vicentino: strade e cantine allagate

Torna su
VicenzaToday è in caricamento