Futuro Vicenza Calcio, briefing per la "conta dei soldi"

Prosegue il cammino della società di via Schio verso l'estinzione del debito per la stagione appena passata, l'iscrizione alla Lega Pro e poi la cessione (probabile) alla Boreas

Dico il mio pensiero in relazione all'esito e alla "conta dei danari" che è in essere per cercare di iscrivere il  nostro amato Vicenza Calcio alla prossima stagione. In questi giorni ho letto e sentito tante cose non vere o addirittura tendenziose ergo....   vorrei se me lo permette fare un minimo d'ordine.

Partiamo dal presupposto che il Vicenza Calcio Spa era già tecnicamente fallito con la gestione "Cassingena" ancora alla fine di marzo del 2015. Noi chiamati dallo stesso  Cassingena siamo subito accorsi al suo capezzale per un'impresa disperata nella quale facevo proprio questa analogia. Se non vogliamo "ricordare" questa cosa facciamo tutti noi un errore madornale.!

Ora lasciamo stare le dichiarazioni di Pastorelli per le quali ne risponde lui direttamente (serie A e altre ) vediamo con oggettività come stanno le cose.... È innegabile che in questi due anni sia stato fatto un lavoro incredibile da parte di tutti noi di (Vi.Fin) a cominciare dalla ristrutturazione del debito, al 182 bis, che ha fatto dottrina in Italia per gli addetti  e non lo dico io.... per finire all' iniezione di capitali  freschi per oltre 10 mln di euro senza i quali, ed è giusto ricordarlo se oggi il Vicenza Calcio Spa ha una qualche sua  appetibilità lo si deve proprio a tutto questo lavoro   sennò col cavolo si sarebbe trovato qualcuno disposto anche solo a sedersi ad un tavolo per parlarne.  

Ora tutto questo per dire cosa...?  Che trovo intellettualmente scorretto addossare tutte le colpe solo ed esclusivamente a ViFin. È chiaro che anche ViFin poteva fare diversamente o meglio spiegare in modo più efficace lo stato di degrado e di pericolosità in cui versava il nostro amato Vicenza.  In questo senso solo alcuni di noi ed io tra questi chiedevo  di abbassare i toni di entusiasmo però evidentemente non è stato sufficiente. A questo dobbiamo necessariamente poi registrare come lo scenario economico finanziario che c'era ad aprile del 2015 data in cui abbiamo raccolto la disponibilità di tutti i nostri soci, e quello odierno sia completamente cambiato ahimè.

Lo "tsunami" finanziario che ha colpito la nostra città e provincia e (leggi Banca Popolare di Vicenza) è facilmente verificabile ed aiuta a capire in modo inequivocabile anche le difficoltà che stiamo incontrando tutti noi per fare la necessaria provvista. Mi pareva corretto ricordarle quanto avvenuto per onestà intellettuale  invitandola a sottolinearlo anche lei affinché i tifosi con la memoria corta possano ricordarsene.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Tamponamento tra mezzi pesanti in A4: muore camionista vicentino

  • Scomparso sul Pasubio: trovato il corpo in un dirupo

  • Si allontana dalla comitiva durante l'uscita sulla Strada delle 52 gallerie: scatta l'allarme

  • Atletica in lutto: Alen non ce l'ha fatta, giovane promessa muore a 18 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento