Calcioscommesse, operazione antimafia: i nomi dei coinvolti

Gli investigatori della Squadra mobile di Catanzaro e del Servizio centrale operativo stanno operando in 30 città. Oltre al capoluogo berico, a Cosenza, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Milano, Salerno, Avellino, Benevento, Brindisi, Firenze, L'Aquila, Ascoli Piceno, Monza, Rimini, Forlì, Ravenna, Cesena, Livorno, Pisa, Genova, Savona

Scandalo in Lega Pro

Sono oltre 70 gli indagati e 50 i fermi emessi dai magistrati di Catanzaro nei confronti di calciatori e dirigenti di Lega Pro e serie D. 
In manette sono finiti  15 calciatori, 6 presidenti di società sportive, 8 dirigenti sportivi, allenatori, direttori generali, 10 "finanziatori", cioè scommettitori italiani, maltesi, del Kazakistan, della Russia, cinesi e serbi. 

AGGIORNAMENTO ore 10: Il capo della squadra mobile Davide Corazzini ha dichiarato che in città non sono state ancora svolte operazioni di alcun tipo e che, in viale Mazzini, stanno studiando il corposo fascicolo arrivato da Catanzaro. Tra i coinvolti nella maxi operazione, ci sarebbe anche Arturo Di Napoli, ex attaccante del Vicenza nel 97-98 ed attualmente allenatore della squadra maltese Vittoria Stars F.C.. 

AGGIORNAMENTO ORE 10.30: Nel mirino delgi inquirenti ci sarebbe la partita BASSANO-MONZA

AGGIORNAMENTO ORE 20: LA COMBINE BASSANO-MONZA

monza bassano-2Doveva essere una combine facile quella in terra Veneta, dove il Monza avrebbe dovuto perdere, con la societa' in crisi che chiedeva 120 mila euro per soccombere, a vantaggio dell'ignaro e totalmente estraneo Bassano, ma tutto falli', nonostante la partita del 21 dicembre 2014 di Lega Pro sia finita proprio con la vittoria dei veneti per 2-1. Secondo quanto emerso dalle indagini, il presidente del Monza Dennis Bingham, su indicazione dell'ex direttore generale Mauro Ulizio, ritenuto il deus ex macchina del tentativo fallito, avrebbe voluto far scendere in campo una squadra non all'altezza dell'incontro, ma il tecnico aveva operato in modo contrario non tenendo conto dei suggerimenti del 'suo' presidente. Il gioco - secondo la Dda della Procura di Catanzaro - era quello delle tre carte. Da una parte Ulizio e soci che facevano da tramite per 'comprare' la partita del Monza, con i vertici societari che avevano chiesto 120mila euro (nel gergo una 'Lamborghini'). Dall'altra, c'erano dei finanziatori slavi (in gergo i 'russi') dell'ex direttore generale che avrebbero tratto profitto e sarebbero rientrati dall"investimento' scommettendo sulla vittoria dell'ignaro Bassano. Poi, pero', non se ne fece nulla perche' non ci fu un accordo sui soldi chiesti dalla societa' brianzola. A fine partita furono in molti a dolersene. Massimiliano Coluccio, sodale di Ulizio, come riportano le carte dell'accusa, disse: "l'hanno presa nel c... e anche gratis".

Il fermo, di oltre 1000 pagine, delinea una rete di personaggi, appartenenti a due distinte organizzazioni criminali, rispettivamente attive nella combine di incontri dei campionati di Lega Pro e Lega Nazionale Dilettanti, capaci di alterare risultati e investire danaro nel connesso "giro di scommesse" in Italia e all'estero. L'accusa ipotizza anche la collusione con la 'Ndrangheta. 

La polizia di Stato sta eseguendo arresti e perquisizioni in Calabria, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo, Marche, Toscana, Liguria, Veneto, Lombardia. Le indagini della squadra mobile di Catanzaro avrebbero accertato decine di combine e l'inchiesta della Procura Antimafia ha scoperto una rete di associati, fra calciatori, allenatori, presidenti e dirigenti sportivi, che coinvolgerebbe oltre 30 squadre. Oltre a Catanzaro, gli agenti sono intervenuti anche a Cosenza, Reggio Calabria, Bari, Napoli, Milano, Salerno, Avellino, Benevento, Brindisi, Firenze, L'Aquila, Ascoli Piceno, Monza, Vicenza, Rimini, Forlì, Ravenna, Cesena, Livorno, Pisa, Genova, Savona. 

CALCIATORI
Astarita Salvatore, ex calciatore dell’Akragas
Pignatta Luciano Ariel, calciatore del Sorrento
Carotenuto William, calciatore del San Severo
Izzo Pasquale, calciatore della Puteolana
Marzocci Emanuele, calciatore della Puteolana
Ridolfi Giacomo, calciatore del Santarcangelo Calcio
Di LAuro Fabio, ex calciatore
Garaffoni Mirko, calciatore del Maceratese
Giampà Domenic, calciatore del Catanzaro

ALLENATORI
Costantino Francesco Massimo, ex allenatore della Torres
Arturo Di Napoli, allenatore del Vittoriosa Stars (Malta) ex Savona calcio e nazionale azzurro
Tosi Marco, ex allenatore del Pro Patria
Solidoro Massimiliano, ex collaboratore Savona
Corda Ninni, allenatore del Barletta 

DIRIGENTI E ALTRO 
Antonio Ciccarone (Direttore sportivo del Neapolis); Mario Moxedano (presidente del Neapolis); Francesco Molino (Ds del Montalto Uffugo); Antonio Palermo(Dirigente Montalto Uffugo); Raffaele Moxedano (figlio di Mario e calciatore del Neapolis); Pasquale Izzo (Calciatore della Puteolana); Emanuele Marzocchi (Calciatore della Puteolana); Salvatore Astarita (ex calciatore dell’Akragas); Savino Daleno (ex calciatore e consulente di mercato del Brindisi); Antonio Flora (Presidente del Brindisi); Giorgio Flora (Vice Presidente del Brindisi); Vito Morisco (Direttore Generale del Brindisi); Ercole Di Nicola (Direttore Sportivo dell'Aquila); Vincenzo Nucifora (ex Direttore Sportivo della Torres); Fabio Di Lauro (ex calciatore e imprenditore); Aleksander Brdanin (presunto finanziatore di combines); Uros Milosavljevic (presunto finanziatore dicombines); Milan Jovicic (presunto finanziatore dicombines); Daniele Ciardi (magazziniere del Santarcangelo calcio); Enrico Malvisi (Imprenditore); Marco Guidone (calciatore Santarcangelo); Francis Obeng (calciatore Santarcangelo); Mohamed Lamine Traorè (calciatore Santarcangelo); Giacomo Ridolfi (calciatore Santarcangelo); Mauro Ulizio (ex Direttore Generale del Monza calcio); Massimiliano Carluccio (socio occulto e dirigente "di fatto" del Pro Patria); Marcello Solazzo (uomo di fiducia di Carluccio Massimiliano); Andrea Ulizio (figlio di Mauro, calciatore del San Marino ed ex del Pro Patria); Ala Timosenco (legata a Fabio Di Lauro e intermediaria / traduttrice con i serbi); Erikson Aruci (collaboratore di Fabio Di Lauro e legato ad Andrea Ulizio); Adolfo Gerolino (ex calciatore del Pro Patria); Vincenzo Melillo (calciatore del Pro Patria); Marco Tosi (ex allenatore del Pro Patria); Stefano Benini (uomo di fiducia di Carluccio); Alberto Scarnà (Sovrintendente della Polizia di Stato e uomo di fiducia di Fabio Di Lauro); Maurizio Antonio Pagniello (ex calciatore, ex presidente del Trento 1921); Ioana Delia Dan (interprete al servizio di Mauro Ulizio); Raffaele Pietanza (uomo di fiducia di Carluccio e Solazzo); Diego De Palma (imprenditore, co-finanziatore dicombines e uomo di fiducia di Fabio Di Lauro); Raffaele Poggi (co-finanziatore dicombines; uomo di fiducia di Enrico Malvisi); Edmond Nejaku (imprenditore, presunto finanziatore di combines e scommettitore); Gianni Califano (Ds del Monza); Bruno Califano (padre di Gianni Califano); Massimo Cenni; Ninni Corda (Allenatore del Barletta calcio); Fabrizio Maglia (Direttore Sportivo della Vigor Lamezia); Felice Bellini (ex direttore sportivo del Gudja United Malta e attuale dirigente responsabile marketing della Vigor Lamezia); Robert Farrugia (presunto finanziatore di combines); Adrian Farrugia (presunto finanziatore di combines); Sebastiano La Ferla (uomo di fiducia di Felice Bellini).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Entrato in ospedale in piedi, uscito semi-paralizzato»

  • Cronaca

    Omicidio Pretto: «Una palude preoccupante»

  • Cronaca

    Pedemontana: blitz della Forestale in Vallugana

  • Cronaca

    Nuova tragedia sul "ponte dei suicidi"

I più letti della settimana

  • Auto piomba nella pasticceria, tragedia sfiorata

  • Malore fatale alla guida: muore un 50enne

  • Adottato da una coppia vicentina il neonato abbandonato a Rosolina

  • Ultraleggero precipita e si schianta contro una casa, due morti

  • Roby Baggio in tribunale contro gli animalisti

  • Maltempo: cantine e strade allagate nel Vicentino

Torna su
VicenzaToday è in caricamento