Calciomercato Vicenza, rescissi i contratti di Pozzi e Manfredini

Giovedì Thomas Manfredini e Nicola Pozzi non saranno più giocatori del Vicenza. La rescissione dei loro contratti, molto onerosi, era un fattore chiave per il mercato biancorosso

Nicola Pozzi in una delle sue rare apparizioni in biancorosso

Dopo l'annuncio da parte dello stesso giocatore, giovedì sarà ufficiale l'addio al Vicenza di Thomas Manfredini. 

Il difensore 36enne, dopo 6 mesi di infortunio, non ha ottenuto l'idoneità sportiva e la società ha deciso per la recissione del contratto biennale che sarebbe scaduto nel 2017. 

Stessa sorte, ma con ben altre motivazioni, per l'attaccante Nicola Pozzi, che non rientrava nei piani di mister Lerda e che, comunque, nello scorso campionato ha giocato poco più di un tempo e raccolto appena 13 convocazioni. La rescissione del suo biennale è stato oggetto di una lunga e non facile trattativa tra via Schio ed il procuratore del giocatore. 

I contratti di entrambi i giocatori sono stati, sin da subito, definiti da Pastorelli come particolarmente onerosi e quindi la loro chiusura rappresenta lo sciogliemento di un nodo importante per le ultime tre settimane di mercato del Vicenza

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidenti in A31: un morto, feriti ed autostrada chiusa

  • Cronaca

    Indagano su gatti scomparsi e scovano un bracconiere

  • Cronaca

    Austriaci in Altopiano per il legname del disastro: boscaiolo gravissimo

  • Cronaca

    Dopo la 'Ndrangheta, tocca alla Camorra: maxi operazione in Veneto

I più letti della settimana

  • Incidenti in A31: un morto, feriti ed autostrada chiusa

  • Schianto in Riviera Berica: morto padre di tre figli

  • Stroncato da infarto a 12 anni: tragedia ad Arsiero

  • Arrestata la "regina della coca" di Padova e Vicenza

  • Incidente mortale a Valdagno: auto precipita nella scarpata

  • Dopo la 'Ndrangheta, tocca alla Camorra: maxi operazione in Veneto

Torna su
VicenzaToday è in caricamento